MUSETTI NON PARTE CONTRO DJOKOVIC, BLOCCATO DALLA TENSIONE

Lorenzo Musetti ha trovato una delle sue giornate no, per fortuna sempre più rare, e perso nettamente contro Novak Djokovic nei quarti di finale del Masters 1000 di Parigi Bercy. Respirazione affannosa, come gli capita quando la tensione è a mille, gambe bloccate e palla che non viaggia. Questi i sintomi del malore tennistico del campione di Carrara, diventati ancora più gravi in ragione della forza dell’avversario. Nel primo set Lorenzo non ha praticamente giocato servendo a velocità ridotta e facendosi regolarmente aggredire dal tennista serbo. La seconda frazione ha visto un tiepido risveglio dell’azzurro, complice anche un rilassamento di “Nole”, infastidito per alcuni errori gratuiti e forse per l’atteggiamento del pubblico che ha dimostrato più calore per Musetti che per lui, sei volte vincitore del torneo. Lorenzo ha tenuto il secondo game del set, se pur a fatica e nel terzo ha ottenuto il break. Sarebbe potuta essere la svolta della frazione ma non è successo. Djokovic ha reagito e Musetti ha subito restituito il maltolto (2-2). Djokovic ha ripreso a macinare gioco ed è tornato a comandare, nonostante alcuni sprazzi da fenomeno di Musetti. La chiusura è arrivata sul 6-0 6-3 e in questo caso si può parlare di test non superato dal toscano che ha lasciato il campo un po’ scorato. La stessa cosa era successa in giornata, ma per diversi motivi a Carlos Alcaraz, battuto dal coetaneo danese Holger Rune e costretto al ritiro (si spera precauzionale) sull’1-3 del tie-break della seconda frazione. Problemi agli addominali per il murciano e Torino a rischio, come ha detto in conferenza stampa post partita: “Non so se ce la farò, devo andare a casa, fare i test e vedere l’entità del problema – ha spiegato alla stampa spagnola il numero uno del mondo -. Ho preferito ritirarmi e pensare a me stesso. Non riuscivo a servire bene e il corpo mi dava fastidio nella zona addominale quando facevo movimenti. Per giocare così, meglio smettere. E’ la seconda volta che mi ritiro e cerco sempre di evitarlo, ma non volevo che peggiorasse”. Prosegue invece la “marcia” trionfale di Felix Auger Aliassime che in due set si è disfatto della resistenza di Frances Tiafoe, con lo score di 6-1 6-4. Djokovic ora attende il vincente di Tsitsipas – Paul, mentre il canadese troverà Rune.

di redazione