SONEGO, GRAN MATCH E VITTORIA CONTRO TIAFOE

La miglior partita dell’anno Lorenzo Sonego l’ha riservata per il finale, che sulla carta non avrebbe nemmeno dovuto esserci, in Coppa Davis. Il 27enne torinese, convocato all’ultimo minuto per il forfait di Jannik Sinner, ha sconfitto al termine di una prestazione perfetta l’americano Frances Tiafoe nel primo match della sfida dei quarti di Coppa Davis contro gli Stati Uniti, a Malaga. Nel primo set un break ha fatto la differenza in favore dell’azzurro che ha affrontato la sfida con molta e lucida aggressività. Salito sul 5-2 l’azzurro ha chiuso poco dopo 6-3 per una vera e propria iniezione di fiducia. Non era facile tornare a vestire la maglia azzurra dopo essere stato “bocciato” a Bratislava e sostituito per il match decisivo da Lorenzo Musetti. Aveva patito e non poco l’esclusione che in qualche modo ha condizionato il suo 2022, vissuto tra molte titubanze e solo qualche picco. La luce si è riaccesa con la vittoria di oggi, fondamentale in ottica di gruppo e personale. Nel secondo set contro Tiafoe, che l’aveva sconfitto nettamente a Parigi Bercy appena tre settimane fa, Sonego ha tenuto e conquistato il punto al tie-break al termine di una prestazione quasi perfetta. Ben 17 gli ace messi a segno da Sonego, che non appena ha potuto ha preso in mano le redini del gioco, limitando la potenza del rivale e chiudendo 6-3 7-6: “Sono entrato in campo molto convinto, anche perchè ci conosciamo e recentemente ci avevo perso – ha esordito Sonego – e con l’intento di far gioco evitando di essere aggredito. Ho trovato una giornata molto buona al servizio e questo mi è stato molto utile. Ho retto bene lo scambio e non appena ne ho avuto l’opportunità sono entrato in campo accorciando gli scambi. Tatticamente ho fatto tutto bene. Fondamentale anche il tifo dei miei compagni e il supporto del gruppo. Avere Matteo in tribuna che ha voluto essere parte del gruppo è stato particolare e molto utile. Ora soffriamo per il match di Lorenzo, tutti insieme”.

di redazione