SABALENKA E VEKIC, AVVERSARIE NEI QUARTI. LINETTE A SORPRESA SU CAROLINE GARCIA

E’ sempre più enigmatico il tabellone femminile degli Australian Open in corso. Sono due le top ten che hanno raggiunto i quarti, mentre la sorpresa assoluta si chiama Magda Linette, la polacca che non ti aspetti. Connazionale infatti della numero 1 del mondo, Iga Swiatek, fermata negli ottavi dalla Rybakina, la numero 45 del mondo aveva al massimo raggiunto il terzo turno nei tornei dello Slam, nel 2018 anche in Australia. Non è più giovanissima, dall’alto dei suoi 30 anni, ma in questo inizio di stagione ha trovato la massima espressione del suo tennis. In carriera ha vinto due titoli nel circuito maggiore. Oggi si è concessa il lusso di eliminare la quarta testa di serie, Caroline Garcia, per 7-6 6-4: “Non riesco ancora a credere – ha raccontato la Linette – a quello che è accaduto in campo. Sono senza parole. Quando sono entrata in gara ero molto fiduciosa, perché sentivo di giocare bene, ma non mi aspettavo di vincere in questo modo perché Caroline è un’avversaria decisamente tosta e straordinaria e che ama questi palcoscenici. Sono felice di come ho giocato soprattutto nel primo set e per la tenuta nel secondo”. Nel prossimo step sfiderà la ceca Karolina Pliskova, numero 30 del seeding, che ha fermato 6-0 6-4 la cinese Zhang, numero 23 del seeding. Promosse tra le migliori otto sia la bielorussa Aryna Sabalenka, quinta testa di serie, che la croata Donna Vekic. La prima si è imposta 7-5 6-2 alla svizzera Belinda Bencic, numero 12 della lista, mentre la seconda ha stoppato la corsa della 17enne Fruhvirtova (6-2 1-6 6 6-3). Sabalenka molto contenta della sua prestazione: “Sono molto felice. E’ una sorta di nuovo inizio. Nel primo set ho recuperato e questo mi ha dato ancora più forza per la seconda frazione. Ho lavorato tanto sul mio servizio, da sempre altalenante, con un occhio di riguardo alla biomeccanica”. Obiettivi stagionali? :”Non voglio parlarne. Penso che abbiamo tutti gli stessi obiettivi, come ogni giocatrice. Sto cercando di essere davvero professionale in campo, facendo tutto il possibile in ogni partita. Ad esempio, non concedere nessuna vittoria facile per le mie avversarie. Questa è la cosa principale”.

di redazione