NewsTornei Internazionali

PARMENTIER, SCUSATE IL RITARDO!

Una carriera da mediano, si potrebbe dire parlando di Pauline Parmentier e ricordandone il best ranking di numero 40 del mondo il 21 luglio del 2008. Proprio a 10 anni fa risaliva l’ultima vittoria in un torneo Wta della tennista francese, a Bad Gastein, colta in finale contro una giovanissima Lucie Safarova. In precedenza Pauline si era imposta una prima volta a Tashkent nell’atto decisivo vinto contro l’allora emergente Azarenka (7-5 6-2). Da quella doppietta, che lasciava presagire una gran carriera dell’allora 22enne Pauline, solo qualche acuto (ottavi di finale al Roland Garros) e tante premature eliminazioni, per una classifica sempre a cavallo tra le top 100 e le 200 Wta. A Istanbul, forse rinfrancata dalla convocazione in Fed Cup contro gli Stati Uniti (con match ben giocati ma persi contro le rispettive avversarie), Pauline ha dato il meglio di sè arrivando in finale (dopo aver battuto tra le altre Wozniacki e Begu) e superando nella stessa un’altra rediviva del circuito, la slovena Polona Hercog in tre frazioni (6-4 3-6 6-3). Così oggi è tornata nelle prime 100 (92) e guarda alla stagione sul rosso che sta entrando sempre più nel vivo con grande fiducia. Obiettivo immediato l’ingresso nel main draw del torneo dei tornei sulla terra, quello per lei di casa (Parigi). Rinvigorita anche la Hercog, tornata sulla piazza 62 Wta. Storie di una 32enne che ha improvvisamente ritrovato il suo miglior tennis e di una 27enne anch’ella lontana ormai da sei anni dai titoli del massimo circuito in rosa. Forse anche per lei il tempo di risalire sul primo gradino del podio virtuale è arrivato.

di Roberto Bertellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *