Interviste

ROBERTA VINCI E’ PRONTA PER L’ULTIMA RECITA

Ha scelto il teatro romano (nel quale in carriera non è mai andata oltre il 3° turno) Roberta Vinci per dire addio al tennis giocato (non si è compreso se vi saranno minirepliche ma non pare). Nessun rimpianto e nessun ripensamento: “Quando è giunta l’ora lo senti dalle difficoltà che fai ad allenarti, a recuperare, a trovare nuovi stimoli. Mi godo questi ultimi giorni da giocatrice, sentendo il calore del pubblico anche nel corso degli allenamenti”. Dieci perle in carriera, con la più fulgida a San Pietroburgo, due stagioni fa. Ma sul successo assoluto non ha dubbi: “Quello nella semifinale degli US Open contro Serena Williams, nel 2015. Poi riuscii in qualche modo a portare anche il pubblico americano dalla mia parte”. Ora non ha ancora deciso il dopo ma la voglia di rimanere maggiormente a casa, nella sua Taranto, e godersi il nipotino e la famiglia è tanta: “Qui a Roma proverò a vincere una partita o due e magari rimandare il più a lungo possibile il momento dell’addio agonistico. Sarà un coacervo di emozioni dopo l’ultima palla, ne sono sicura, gioia e tristezza”. Applausi a Roberta e al suo tennis senza tempo che ha deliziato di tocchi, classe e imprevedibilità le platee di tutto il globo.

di Roberto Bertellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *