NewsTornei Internazionali

UN EROICO LORENZI CEDE CON L’ONORE DELLE ARMI A WAWRINKA

Esempio, di abnegazione, amore per lo sport, voglia e capacità di andare oltre i propri limiti. Tutto questo e molto di più rappresenta Paolo Lorenzi, issatosi fino al terzo turno degli US Open 2019 e battuto solo alla soglia delle tre ore di gioco (2 ore e 58 minuti) da Stan Wawrinka, uno che sulle scarpe ricorda di aver vinto tre titoli dello Slam su quattro (gli manca solo Wimbledon). Il senese di Roma che vive a Sarasota, in Florida, e che avrebbe potuto fare il medico, come il fratello primario a Londra, ha combattuto in modo eroico sul Louis Armstrong Stadium cedendo 6-4 7-6 (9) 7-6 (4). Sotto di un break (2-4) nel primo set, Lorenzi è risalito fino al 4-4 ed ha avuto 5 palle per andare 5-4 e servire per la frazione. Wawrinka a questo punto è diventato “Animal” e le ha annullate tutte, conquistando a sua volta il break nel game successivo, per il 6-4. Grande equilibrio nel secondo set, deciso al tie-break con tante emozioni e anche una palla set per l’azzurro, sullo score di 8-7. Lo svizzero ha nuovamente reagito e chiuso 11-9. Nel set numero 3, break e contro break al nono e decimo gioco e nuova decisione al tie-break. Il 34enne di Losanna, attuale numero 24 Atp, lo ha fatto suo e chiuso i conti, per 7-4. Lorenzi ha lasciato il campo tra gli applausi e consapevole, nonostante i quasi 38 anni, di potersi ancora togliere soddisfazioni assortite anche ai più alti livelli.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *