NewsTornei Internazionali

L’ITALIA NON SI FERMA E BATTE ANCHE LA CROAZIA ACCEDENDO AI PLAYOFF DI APRILE

L’Italia chiude imbattuta il Gruppo I zona Europa/Africa di Fed Cup 2020 al Tallink Tennis Centre (cemento indoor) di Tallin, capitale dell’Estonia, e stacca il pass per i play-off di aprile.
Dopo tre successi in altrettanti incontri della Pool B – nell’ordine su Austria, Estonia e Grecia – le azzurre di Tathiana Garbin hanno completato l’opera superando per 2-0 nel decisivo testa a testa anche la Croazia, giunta seconda nella Pool A (alle spalle dell’Ucraina di Svitolina e Yastremska).
Uno spareggio che si è aperto nel modo migliore per il team tricolore, grazie alla vittoria di Elisabetta Cocciaretto (n.153 Wta), 19enne di Porto San Giorgio, su Lea Boskovic (n.300 Wta), per 63 63, in un’ora e 18 minuti di gioco.
Dopo aver salvato tre palle break consecutive nel terzo gioco, l’azzurra ha strappato per prima la battuta all’avversaria salendo sul 3-1, il primo di una serie di cinque break di fila, con la giovane marchigiana brava però a tenere il proprio turno sul 5-3 incamerando la prima frazione dopo 35 minuti di gioco. Dopo un leggero calo di tensione a inizio secondo set (0-2), Cocciaretto ha ripreso in mano le redini dell’incontro e con un parziale di quattro giochi a zero lo ha indirizzato di nuovo sul giusto binario, per poi chiudere al nono game, con l’ennesimo break.
A chiudere il discorso ci ha poi pensato Camila Giorgi (n.100 Wta), che nel match tra le numero uno delle due formazioni – sulla panchina delle croate siede come capitana Iva Majoli – ha sconfitto per 76(4) 64, dopo un’ora e 29 minuti, Jana Fett (n.234 Wta).
Nel secondo testa a testa fra le due giocatrici (Camila si era aggiudicata il precedente, nel 2017 nei quarti di Birmingham), Giorgi ha iniziato perdendo la battuta, restituendo però subito lo “strappo” a zero. Quindi turni di servizio regolari fino al 6-6, anche se la Fett – nel 2017 ha ottenuto il suo best ranking al numero 97 Wta – ha saputo annullare tre palle-break consecutive nel sesto game prima di ottenere il 3-3 con una striscia di cinque punti, mentre nel gioco successivo è stata la 28enne di Macerata a salvare una opportunità di break. Il tie-break ha visto sempre avanti l’azzurra, prima 4 a 1 e poi 5 a 2, per issarsi a palla set con il terzo ace e poi chiudere la frazione per 7 punti a 4 in 51 minuti. La seconda partita si è aperta con quattro break di fila, due per parte, poi dopo un turno vinto a zero da entrambe la Giorgi ha tolto la battuta alla 23enne di Zagabria (4-3). Immediato riaggancio, ma Camila ha saputo piazzare l’allungo vincente che ha aperto all’Italia le porte dei play-off di aprile.

dal sito www.federtennis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *