NewsTornei Internazionali

SINNER A LEZIONE DA MEDVEDEV

Sembrava tutto troppo facile nel primo set della sfida di 2° turno nell’ATP di Marsiglia (250) per Jannik Sinner. Opposto al numero 1 del seeding, Daniil Medvedev, il 18enne pusterino è partito di gran carriera, comandando gli scambi e sorprendendo, forse anche al di là del lecito, un “sonnacchioso” avversario. Un 6-1 di spessore per l’azzurr0, figlio di un tennis che sarà ma non è ancora, logicamente completo. Lo si è capito in avvio di secondo set, quando Medvedev ha cambiato radicalmente registro facendo un passo dentro il campo e non sbagliando più nulla. Un muro attivo che ha messo nell’angolo Jannik, frastornato per il mutamento di scenario. Medvedev gli ha restituito il 6-1 ed nella terza frazione è ripartito con le stesse cadenze, portandosi sul 4-0. Sinner non ha trovato le contromisure del caso e si è visto piuttosto scorato. Ha limitato i danni conquistando due game nel set decisivo e stretto la mano al rivale, sul 1-6 6-1 6-2, che nelle ultime due frazioni ha ribadito di essere uno dei più forti al mondo. Per Sinner ovviamente non una bocciatura ma temi sui quali lavorare per trovare soluzioni quando le situazioni del match cambiano, aspetto sul quale deve ancora logicamente crescere. Così il gioco di volo, ancora latitante. Quando i margini di progresso sono così ampi non si può che sperare.

di Roberto Bertellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *