NewsTornei Internazionali

FEDERER…”IO NON MI SPOSTO”

Tutti contro uno, uno contro tutti. Altro che egalité e soprattutto fraternité. L’annuncio dello spostamento a settembre del Roland Garros assume sempre più i contorni di un’iniziativa autonoma, non coordinata. E i primi a rispondere sono gli organizzatori della Laver Cup, che è come dire Roger Federer, visto che della manifestazione è l’ideatore, l’organizzatore con la sua società Team8 e il principale ambasciatore nel mondo.
La quarta edizione della Laver Cup, ormai ufficialmente inserita nel calendario dell’Atp Tour, è prevista dal 25 al 27 settembre a Boston. E dunque si vederebbe fagocitata dallo Slam francese. Roger ha fatto subito capire che non ci sta. E ha parlato anche a nome di Tennis Australia, della stessa Atp e della USTA che sono suoi partner.

“Il mondo del tennis ha appreso oggi (ieri, n.d.r.) che la Federazione Tennis Francese intende spostare il Roland Garros nel periodo 20 settembre-4 ottobre per via dell’impatto del coronavirus” si legge nella nota della Laver Cup. “Queste date si sovrappongono alla Laver Cup, che è già sold out, al TD Garden di Boston. La notizia è stata una sorpresa per noi e per i nostri partner – Tennis Australia, la USTA e l’ATP – . Solleva molte questioni. Noi stiamo affrontando la situazione. Al momento, vogliamo rassicurare i nostri tifosi, gli sponsor, le tv, lo staff, i giocatori, la grande città di Boston che abbiamo intenzione di mantenere la Laver Cup nella data prevista”.
Se così sarà i giocatori si troveranno a dover scegliere a quale torneo partecipare, se al Roland Garros o alla Laver Cup. E la decisione potrebbe non essere così scontata.

di redazione (estratto da www.supertennis.tv)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *