AtletiNews

LA CECA VONDROUSOVA ATTACCA L’EX MANAGER HOUDEK

Potremmo definirli siti introspettivi nei quali i giocatori si raccontano dicendo cose che normalmente non svelano. Il più noto è quello che fa riferimento all’americano Noah Rubin, denominato “Behind the Racquet”, che solo di recente ha ospitato il racconto di Fabio Fognini e dell’americana Danielle Collins, il primo a nudo sulle proprie difficoltà a inizio stagione di lasciare famiglia e figli per riprendere la vita nel circuito (più volte ho pianto e sono stato male, ha detto l’azzurro), la seconda impegnata a svelare il suo male, artrite reumatoide, che l’ha portata in talune circostanze a non avere nemmeno la forza di tenere la racchetta in mano. In Repubblica Ceca è nato “Bez Frazi” e allo stesso ha affidato la propria testimonianza la finalista del Roland Garros 2019, Marketa Vondrousova, che ha attaccato l’ex manager Vladimir Houdek con il quale aveva un contratto decennale di collaborazione, reo a suo parere di troppa sete di denaro e di averla “costretta” ad una eccessiva pressione psicologica e fisica che l’ha condotta ad infortunarsi e allo stop forzato di sei mesi. La diatriba è terminata davanti alle aule del Tribunale e la ceca è stata costretta a versare circa 330.000 euro per “liberarsi” di Houdek che peraltro l’aveva aiutata (come fanno i manager con fiuto) a inizio carriera (per stessa ammissione della giocatrice). Houdek ha commentato che è difficile replicare e calunnie e bugie, come quella di averla costretta a giocare di più per accumulare più denaro: “Io davo solo consigli da consulente – ha affermato Houdek – ma la scelta finale è sempre del giocatore”. Come quella, legittima, di porre fine al rapporto pagata peraltro di tasca propria. Uno scontro non certo inconsueto tra giocatori e manager che è nota presente in tutti gli sport, ovviamente tennis compreso.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *