AtletiIntervisteNews

THIEM E LE PREVISIONI SUL FUTURO DEL TENNIS

Il tennista austriaco Dominic Thiem ha rilasciato un’intervista nel suo paese per parlare di tutte le notizie che lo circondano, ancora una volta evitando di rispondere a Nick Kyrgios, con il quale ha avuto uno scontro di dichiarazioni in questi giorni. Inoltre, Dominic confessa di vedere con molte possibilità che non saremo in grado di accogliere gli spettatori negli stadi per molto tempo. Accadrà?

Attuale momento di forma: “In questo momento mi sento molto bene. Ho giocato diversi tornei esibizione negli ultimi due mesi e non sono affatto stanco. Volevo davvero giocare di nuovo a tennis, dato che il mio inizio dell’anno è stato molto buono. Durante questo periodo di confino a casa mi sono concentrato molto sull’aspetto fisico e già quando sono tornato ad allenarmi ho deciso di migliorare il rovescio e servire un po ‘di più “.

La nuova normalità nel mondo del tennis: “Quando il circuito tornerà, le partite saranno esattamente le stesse di quelle che avevamo in precedenza, ma l’atmosfera sarà diversa. A tutti i tennisti mancheranno le sensazioni di partecipare a tornei in cui molte persone accorrono ogni giorno per vederli esibire. A New York, Parigi o Melbourne ci sono tra le 60.000 e le 70.000 persone ogni giorno nelle strutture. Quella vita precedente che abbiamo avuto non sarà la stessa e potremo abituarci a questa nuova normalità per alcuni anni “.

L’US Open vuole che i giocatori di tennis possano essere accompagnati da una sola persona del loro staff tecnico: “Penso che sia un terribile errore. Dovrebbero consentire a tre o quattro persone di partecipare a questi eventi. È molto rischioso viaggiare per partecipare a tornei così importanti senza il proprio fisioterapista. Anche la figura dell’allenatore è cruciale ed è molto difficile dover scegliere tra l’uno o l’altro per farti accompagnare in questi tornei “.

Scontro di dichiarazioni con Nick Kyrgios nei giorni scorsi
: “Non ne parlerò più. Nick ha un’opinione e io ne ho una completamente diversa. Tra poche settimane, tutti avranno dimenticato quello che è successo”, ha concluso Thiem.

di redazione