NewsTornei Internazionali

SINNER “VOLA” IN SEMIFINALE A TEMPELHOF

Al momento sembra proprio che la superficie sulla quale Jannik Sinner, il “predestinato”, riesca ad esprimere al massimo il proprio potenziale sia il veloce indoor, quella che gli ha permesso di conquistare nel 2019 a Milano il titolo nelle Next Gen ATP Final. oggi, alla terza partita esibizione dopo lo stop prolungato per pandemia (le prime due giocate sull’erba) ha ribadito il concetto. L’ha fatto dando ancora più colpi e contenuti al proprio tennis, rispetto a quello messo in campo in terra lombarda, sull’hard dell’hangar di Tempelhof, località tedesca che ospita la seconda tappa del Bett1 Aces. L’azzurro ha superato in due set, all’esordio nel tabelloncino da sei giocatori, il numero 15 del mondo e già top ten Karen Khachanov. Nella prima frazione di gara è risultato decisivo in favore dell’altoatesino il break ottenuto nel quarto gioco (3-1). Tenuto con grande tenacia fino al termine, per un 6-3 autoritario senza concedere nulla al più esperto rivale sui propri turni di servizio. Più equilibrato il secondo set, con i due protagonisti che hanno avuto in più occasioni l’opportunità di strapparsi la battuta (quattro volte l’azzurro e tre il russo). Nessuno dei due l’ha però sfruttata e la decisione è arrivata al tie-break. Jannik subito avanti per 5-1, poi abile nel fissare lo score sul 7-3 e salire in semifinale dove domani incontrerà lo spagnolo Roberto Bautista Agut, numero 12 del mondo. Il numero 1 della contesa è l’austriaco Dominic Thiem, ricordiamo vincitore mercoledì scorso della finale su erba allo Steffi Graf Stadium di Berlino contro Matteo Berrettini.

di redazione