AtletiIntervisteNews

ALLA SCOPERTA DI FEDERICO MACCARI

Maccari in azione (foto Maurizio Valletta)

Lo sport nel destino, fin da piccolo per il toscano Federico Maccari, classe 1994 e nativo di Monte Amiata, in provincia di Siena: “Calcio, sci e tennis – conferma il giocatore – seguendo le passioni paterne. Nel tennis sono stato per molti anni a Tirrenia, seguito dalla Federazione e dal 2016 sono a Torino. Faccio prevalentemente attività Open anche se in passato ho frequentato il circuito Futures arrivando nel 2016 alla posizione di numero 854 del ranking ATP. In stagione è arrivata anche la soddisfazione della promozione in serie A2 con la squadra del TC Piazzano Novara, al termine della doppia sfida play-off contro il CT Reggio”.

Il grande Open disputato al Royal Club Torino
Maccari ha stupito tutti nell’Open ad inviti al Royal Club Torino, a luglio, dove ha raggiunto la finale cogliendo scalpi importanti, come quelli del 2.1 Edoardo Lavagno e soprattutto in semifinale del 2.1 e 341 ATP Andrea Pellegrino, seconda testa di serie: “Ho giocato decisamente bene, salendo di tono e rendimento partita dopo partita. Con Lavagno sono sempre stato avanti e non gli ho concesso di rientrare, annullandogli alcune palle break delicate che lo avrebbero potuto rimettere in partita. Contro Pellegrino ho sfruttato i miglioramenti fatti nelle ultime stagioni con il rovescio. In questo progresso è stato determinante l’aiuto di Fabio Colangelo. Ora ho migliori sensazioni da questo lato del mio gioco e di conseguenza aumentano anche le sicurezze”.

E’ parte dello staff tecnico del Monviso Sporting Club
Il tennis per Federico Maccari oggi è divertimento e agonismo ma anche lavoro: “Ho iniziato da alcuni anni ad insegnare e mi piace molto, soprattutto trasferire agli agonisti la mia esperienza”. Federico è entrato da poco a far parte dello staff tecnico del Monviso Sporting Club, circolo che nel rispetto della sua storia e tradizione ha rimesso al centro del proprio progetto di crescita anche il tennis: “Sono stato colpito dalla qualità della proposta che il Monviso Sporting Club vuole dare ai propri allievi. In primo piano qualità e professionalità. Non credo ci siano tante strutture che oggi in Italia si possano permettere un discorso simile, assolutamente non improntato al guadagno ma alla crescita degli allievi, sia sotto il profilo tecnico che personale. L’espressione del potenziale di ognuno è la finalità principale della filosofia di questa scuola e l’ho subito fatta mia. Inoltre ho trovato immediato feeling con le persone che guidano la struttura e gli altri componenti dello staff. Sarà un’esperienza arricchente per tutti”.

Le caratteristiche del giocatore
Un passo a ritroso per scoprire le caratteristiche tecniche di Federico Maccari: “Diritto e servizio sono sempre state le mie armi. A volte ho peccato in pazienza ma con l’esperienza anche questo aspetto l’ho migliorato”. Non sono mancati al professionista toscano gli idoli di gioventù, non certo banali: “Marat Safin mi ha sempre affascinato per la facilità dei colpi e la personalità che metteva sul terreno di gioco”. Non si poteva escludere, nella sua fotografia sportiva, un accenno al calcio, anche in ragione del fatto che sua sorella ha sposato il difensore della Juventus e della nazionale Leonardo Bonucci: “Non tifo espressamente per una squadra, ma amo vedere il bel gioco anche nel calcio. Mi definisco uno sportivo a 360 gradi e quando non pratico guardo appassionandomi per le imprese dei grandi campioni”.

di Roberto Bertellino