NewsRegioniSiciliaTornei Internazionali

GIORGI IN SEMIFINALE A PALERMO. KO ERRANI E COCCIARETTO

Tempo di semifinali, oggi, nel Wta International di Palermo, il torneo della ripartenza del movimento internazionale femminile. Alle 17, sul centrale, le prime protagoniste saranno la croata Petra Martic, numero 15 del mondo e 1 del seeding, e l’estone Anett Kontaveit, n° 22 Wta e quarta testa di serie. Martic vittoriosa nei quarti con doppio tie-break e non senza fatica contro la bielorussa Aliaksandra Sasnovich, proveniente dalle qualificazioni: “Ci sono cose di cui sono felice e altre no – ha detto al termine – è stata un’altra bella lotta e sono contenta di non aver mollato”.  Per la Kontaveit il successo è arrivato invece in tre set (6-1 4-6 6-2) sulla marchigiana Elisabetta Cocciaretto, al primo quarto di finale nel massimo circuito in carriera: “E’ stato difficile – ha detto l’estone – ma ho gestito meglio gli scambi nel terzo set. La semifinale sarà un grande match contro un’ottima giocatrice, farò del mio meglio”. “Un incontro dal quale imparare – ha affermato la giovane azzurra -. Posso giocare a questo livello ma devo migliorare dal punto di vista fisico e dell’atteggiamento”. Lunedì prossimo per la Cocciaretto sarà comunque best ranking (144 Wta).  Nulla da fare anche per la seconda azzurra impegnata ieri, Sara Errani, comunque autrice di un gran torneo. Opposta alla francese Fiona Ferro, la bolognese si è arresa 6-4 6-1 dopo un primo set nel quale è stata in più occasioni avanti di un break. Per la Ferro oggi la sfida con l’unica azzurra rimasta in gara, Camila Giorgi, capace di ribaltare un match difficile contro l’ucraina Dayana Yastremska, numero 7 del seeding, alla quale ha  annullato anche due match point sul 4-6 4-5: “In quel momento è cambiato tutto – ha detto Camila – ho mantenuto il mio livello di gioco ed è andata bene”. Alla fine si è imposta 4-6 7-6 6-3 salendo nella semifinale odierna che giocherà a seguire quella tra Martic e Kontaveitt. Impegnate oggi nella seconda semifinale del doppio anche altre due azzurre, Cocciaretto e Trevisan, opposte alle olandesi Shoofs e Van Der Hoek ( aseguire dopo la seconda semifinale del singolare).

di Roberto Bertellino