AtletiIntervisteNews

LE DICHIARAZIONI DI NADAL E DJOKOVIC

Nadal e la perfezione: “E’ la miglior finale che ho disputato al Roland Garros. Ringrazio ovviamente il mio team e la mia famiglia, così il pubblico che è venuto ad assistere all’incontro nonostante le difficoltà del periodo. Spero di poter tornare tra qualche mese e celebrare come merita, con il pubblico tutto presente, questo bellissimo impianto. E’ il campo nel quale mi esprimo e mi sono sempre espresso al meglio. Il 13° titolo va al di là di ogni sogno e di ogni progetto. Auspico di poter ancora confrontarmi con Nole nelle prossime stagioni. La gioia c’è ma è contenuta proprio in ragione della situazione delicata che sta vivendo il mondo. Siamo dei privilegiati e ringrazio l’organizzazione per aver allestito il torneo”.
Novak Djokovic, lo sconfitto: “Non ho molto da dire, se non che sono stato sorpreso dal gioco di Nadal, il migliore del lotto. Ha giocato in modo tatticamente perfetto. Io avrei potuto fare meglio nei primi due set ma lui ha prodotto una qualità di tennis eccelsa. Ho avuto qualche opportunità nel terzo set ma lui ha meritato assolutamente la vittoria. Vincere 13 volte a Parigi è qualcosa di incredibile. La chiave del match è stata la sua difesa perfetta. Mi sentivo pronto per la sfida ma lui è stato più bravo di me. Non ho scusanti”. Nole ha anche fatto un accenno al momento personale: “So che non posso piacere a tutti, ho senza dubbio dei difetti ma sono soddisfatto del mio modo di essere e comportarmi”.

di redazione