NewsTornei Internazionali

SINNER E’ IN FINALE A SOFIA, PER IL PRIMO TITOLO ATP DI CARRIERA

Prima finale di carriera a livello ATP, quella che giocherà domani alle 14 (diretta Supertennis) Jannik Sinner, sul centrale dell’impianto che ha ospitato questa settimana il 250 di Sofia, ultimo appuntamento prima delle ATP Finals di Londra, al via domani alla O2 Arena. Traguardo meritato per il 19enne azzurro che ha giocato un primo set perfetto, vinto 6-3 senza concedere nemmeno una palla break, e un secondo ben gestito, soprattutto a livello mentale, chiuso al termine 7-5. Nella seconda frazione infatti le palle break l’azzurro le ha concesse al più esperto rivale, Adrian Mannarino, ma le ha sempre annullate con grande calma e precisione. Nel game numero 11 ecco arrivare la svolta. Jannik ha alzato il rendimento in risposta e centrato il vantaggio da capitalizzare per chiudere il testa a testa. Andato a servire sul 6-5 non ha sbagliato nulla e sigillato il confronto con un diritto anomalo vincente che ha lasciato il francese ben lontano dalla palla. Sorriso e spazio alle considerazioni finali, sempre misurate: “Ho giocato un buon match – ha detto a caldo – contro un tennista difficile, mancino e capace di appoggiarsi molto bene ai colpi. Fondamentale la calma mantenuta nei passaggi delicati del confronto, soprattutto nel secondo set quando ho annullato tre pericolose palle break. Sono molto contento della mia prima finale nel circuito maggiore e di averla ottenuta qui, davanti a questo pubblico appassionato e competente. Non lasciarsi trasportare dalle emozioni è basilare in certi frangenti delle partite e sto lavorando molto su questo aspetto”. Sinner conferma maturità anche quando gli chiedono delle ATP Finals di Torino della prossima stagione: “E’ bello che il prossimo anno la sede sia italiana, e poi per altri quattro. Non per questo penso di dover essere lì per forza. Non mi metto fretta perché è la cosa più difficile da gestire”. Un risultato, quello ottenuto ieri che, indipendentemente dall’esito del confronto per il titolo, regala già a Jannik Sinner il best ranking di numero 41 del mondo (in caso di vittoria salirebbe al numero 37). Troverà il canadese Vasek Pospisil che ha battuto 6-7 6-2 6-0 un claudicante Richard Gasquet.

di redazione