AtletiIntervisteNewsTornei Internazionali

MEDVEDEV PARLA DEL TORNEO DI ROTTERDAN NEL QUALE E’ IL N° 1

Simulazione perfetta quella che offre l’ATP 500 Rotterdam 2021 per capire come può essere il tennis quando i Big 3 non sono al via. Le assenze dei tre migliori al mondo non offuscano un torneo pieno di stimoli e in cui Daniil Medvedev parte da favorito e dominatore della parte alta del quadro, ma fa tesoro anche di tutta la pressione. Dopo la sua incredibile serie di vittorie interrotta bruscamente da Novak Djokovic e la sua grandezza in una finale del Grande Slam, il russo affronta la sfida di continuare il suo buon lavoro e dimostrare di poter confermare la posizione di candidato principale per un titolo importante. Ne parla con parole raccolte da atptour.com. Ma se c’è qualcosa che emoziona molto il russo e per quello che potrebbe fare la storia in questo torneo, è quello di superare Rafael Nadal nella classifica ATP e aggredire i primi 2, territorio di conquista ai Big 3 e Murray per più di 15. anni. Per questo è necessario raggiungere la finale, almeno, ma ha un percorso pieno di ostacoli. “La lista è davvero competitiva. Siamo quattro giocatori della top-10 in un gruppo di 32 giocatori; onestamente, penso che sia uno dei tornei ATP 500 più difficili che abbia mai visto nella mia vita”, ha detto il russo prima di iniziare il suo percorso nel torneo.

Daniil Medvedev avverte di quanto sia lento il campo e crede che andrà a beneficio del suo rivale nel primo round “Arrivo con grande fiducia a causa del numero di partite vinte che sono riuscito a mettere insieme ultimamente. Questo è particolarmente importante nei momenti di partite serrate, perché senti di poter fare tutto il necessario per vincere il punto”, ha detto il russo che ha fatto riferimento alle conseguenze per partire da favorito e per riuscire a superare Nadal nella classifica ATP. “C’è un po ‘di pressione in più per questo, ma fa parte del tennis. Direi che posso iniziare a sentire quella pressione nei quarti di finale o in semifinale, per ora non ci penso”, ha detto con calma. Critico sulle condizioni del campo su cui si disputa l’ATP 500 Rotterdam 2021, il giocatore russo è stato chiaro. “Quando giochi al chiuso è sempre importante servire bene e mettere pressione sul tuo avversario, ma sono sorpreso di quanto sia lento il campo qui. Mi aspetto una partita molto difficile già al primo turno, questo tipo di campo per lui sta andando bene “ha detto Daniil Medvedev il cui primo ostacolo sarà il sempre complicato Dusan Lajovic. Il tennista serbo arriva con ritmo dopo aver gareggiato a Montpellier e proverà a mettere in difficoltà il superfavorito.

di redazione