AtletiIntervisteNewsTornei Internazionali

LA GIOIA DI MUSETTI DOPO LA VITTORIA CONTRO LOPEZ A BARCELLONA

Lorenzo Musetti ha aperto la sua partecipazione al Conde de Godó 2021 con una grande vittoria contro Feliciano López, avversario non facile per i meno esperti sul circuito e che l’italiano ha superato con relativo comfort (6-4, 6-3). Prima di affrontare un’altra partita molto dura contro Felix Auger-Aliassime, Lore è passato attraverso una conferenza stampa per analizzare cosa è successo in campo e dare alcuni indizi su come si avvicina al suo arrivo sul circuito ATP e la sua evoluzione come giocatore in ogni area del suo tennis.
Sensazioni e chiavi della sua vittoria contro Feliciano:
“Ero piuttosto curioso di sapere come sarebbe andata a finire questa partita prima che iniziasse. Contro Feliciano quello che non puoi fare è accelerare. Devi essere calmo e cercare di giocare ogni punto, soprattutto nel servizio. Ottimo per avvicinarsi alla rete. Devi essere molto calmo e non perdere la concentrazione, ed è quello che ho fatto oggi, soprattutto nel secondo set: le ultime tre partite credo di averle giocate molto bene. ”
La chiave di tutto, mettere in pratica ciò che ho allenato:
“Sia io che il mio allenatore siamo abbastanza contenti di come ho giocato oggi e di come sono riuscito a trasferire il mio livello in allenamento al mio livello in campo. Ci stiamo lavorando ed è per questo che sono così felice della mia vittoria. Penso che questa sia una sfida: quando gioco il mio miglior tennis è quando scelgo i colpi giusti, le armi principali del mio arsenale. Se sono al mio livello migliore, so che selezionerò i colpi corretti, che è quello che faccio nei miei allenamenti: a volte faccio gli stessi errori che faccio nei miei allenamenti. Cerco di migliorare il mio gioco e la mia intensità in ogni sessione di allenamento. E’ la chiave per sviluppare il mio gioco e portarlo al mio massimo livello “.
Trovare un equilibrio tra i colpi più “appariscenti” e l’efficacia del tuo gioco “Quando ho un buon feeling in campo, giocare a tennis è una cosa naturale: fare sbandate, alcuni” trucchi “, varietà, come vuoi chiamarla. È una delle mie armi migliori e a volte mi aiutano a vincere partite difficili. Oggi sono stato molto bravo con il resto. Perché Feli ha servito molto bene, soprattutto ad uscire. Ho cercato di essere molto vicino alla linea di fondo, cosa che di solito non faccio, e ho provato a usare lo slice quando si avvicinava alla rete, tenendo la palla bassa in modo che non potesse colpirla comodamente. È quello che ho cercato di fare oggi e so che continuerò a lavorare per migliorare”.

di redazione