NewsTornei Internazionali

ALLE 13,30 LA SUPERSFIDA SINNER – TSITSIPAS A BARCELLONA

Ad accomunarli una gran voglia- e una gran fretta – di arrivare lassù in vetta ed un trofeo alle Next Gen ATP Finals di Milano (nel 2019 l’altoatesino, nel 2018 il greco). A dividerli tre anni esatti: all’anagrafe agosto 2001 l’azzurro, agosto 1998 il greco. Appuntamento all’ora di pranzo con Jannik Sinner (live alle 13.30 su SuperTennis) che torna in campo per il penultimo atto del “Barcelona Open Banc Sabadell”, torneo ATP 500dotato di un montepremi di 1.565.480 euro che si avvia alle fasi conclusive sulla terra rossa del Real Club de Tenis Barcelona-1899, il più antico circolo della capitale della Catalogna.  Nella sua terza semifinale stagionale (e sesta in carriera a livello ATP), la prima sul “rosso”, il 19enne di Sesto Pusteria, n.19 ATP (best ranking) ed undicesima testa di serie, trova dall’altra parte della rete il greco Stefanos Tsitsipas, n.5 del ranking e secondo favorito del seeding, reduce dal trionfo a Monte-Carlo, suo primo titolo in un “1000”. E’ il terzo confronto tra i due, con bilancio in parità: il 22enne di Atene si è imposto nel 2019 al secondo turno degli Internazionali BNL d’Italia, l’altoatesino si è preso la rivincita, sempre al Foro Italico e al secondo turno, nell’edizione del 2020, disputata lo scorso settembre Sinner è il primo italiano in semifinale a Barcellona dal 1998, anno in cui Andrea Gaudenzi fu sconfitto dallo statunitense Todd Martin. L’ultimo azzurro capace di arrivare in finale è stato Adriano Panatta nel 1975, poi battuto dallo svedese Bjorn Borg. Ed è il più giovane semifinalista del torneo dal 2005, quando l’allora 18enne Rafael Nadal era in corsa per conquistare i primo dei suoi 11 trofei in terra catalana. Nel corso del torneo Jannik ha liquidato all’esordio – direttamente al secondo turno – il bielorusso Egor Gerasimov, n.77 ATP, ha superato negli ottavi (per la terza volta nel giro di poco più di un mese) lo spagnolo Roberto Bautista Agut,n.11 del ranking e quinta testa di serie, e nei quartiha eliminato il russo Andrey Rublev, n.7 ATP e terza testa di serie (in gara con una wild card), quarto top ten battuto in carriera. Per il rosso di Sesto Pusteria da lunedì è in arrivo l’ennesimo best ranking: male che vada salirà in 18esima posizione.Frutto di una prima parte di 2021 assolutamente fantastica: Sinner ha infatti vinto 18 dei 24 match disputati, ha conquistato il suo secondo titolo ATP in carriera nel “250” Great Ocean Road di Melbourne ed è stato finalista nel “1000” di Miami.
Nell’altra semifinale di fronte la prima testa di serie del torneo, lo spagnolo Rafael Nadal, n.3 del ranking e recordman con ben 11 trofei conquistati, approdato per la tredicesima volta al penultimo atto del torneo di casa grazie alla vittoria numero 450 sulla terra (!) ottenuta ai danni del britannico Cameron Norrie (n.58 ATP), e il connazionale Pablo Carreno Busta, n.13 del ranking e 6 del seeding, che ha rimontato da 2-5 nel set decisivo contro l’argentino Diego Schwartzman, n.9 ATP e quarta testa di serie. Rafa si è aggiudicato tutte e sette le sfide precedenti con Carreno.

di redazione e dal sito www.federtennis.it