NewsTornei Internazionali

MUSETTI E’ NEI QUARTI A LIONE. SINNER PER ORA FERMATO DALLA PIOGGIA NEL TERZO SET CON KARATSEV

Pare un destino, quello di Lorenzo Musetti, chiamato a bruciare i tempi e le tappe. Lo sta facendo anche nell’ATP 250 di Lione, dove è stato il primo del lotto a raggiungere i quarti di finale. In un match tra Next Gen, con avversario il figlio d’arte Sebastian Korda, come lui al vertice della speciale classifica che porterà i migliori otto under 20 del mondo alle Finals di Milano, Musetti si è imposto mettendo come ormai sua consuetudine colpi e classe a servizio del risultato. Un colpo sintetizza il match, quello che lo ha portato sul 3-1 del terzo set, con break, chiuso in avanzamento con volèe di rovescio in anticipo dopo aver recuperato in difesa uno smash del rivale. Tradotto, lucida strategia supportata dall’istinto.  
“Non ho giocato un gran match – ha detto al termine il carrarino – ma ho messo in campo tanto cuore. Sono partito bene, poi nel secondo set su una palla dubbia ho perso un po’ il focus e lui è stato bravo a rientrare. Nel terzo sono andato avanti 4-1 e ho subito la sua rimonta. Sono stato bravo, e di questo vado orgoglioso, a ritrovare concentrazione e colpi nella fase finale del match. Lui è un ottimo giocatore e lo ha dimostrato. Scendere in campo con il pubblico è tutta un’altra cosa. Non vedo l’ora di rivederlo nel prossimo incontro”. Troverà venerdì il vincente di Goffin – Bedene, programmato domani: “Non ho mai incontrato nessuno dei due – ha concluso l’allievo di Simone Tartarini – e cercherò di dare come sempre il massimo”.
Ancora in bilico l’esito del confronto tra Jannik Sinner e Aslan Karatsev, spostato da ieri per la pioggia e interrotto oggi per lo stesso motivo sullo score di 2-1 Karatsev nel terzo set. Match dal doppio volto con Il russo intoccabile nella prima frazione, vinta 6-0, e l’azzurro bravo nel ripartire nonostante il “cappotto” e rimettere le cose a posto. Più aggressivo nel secondo set con Karatsev più falloso. Difficile fare un pronostico. Fermato per pioggia anche l’incontro di Fabio Fognini a Ginevra contro Laslo Djere, con il serbo in vantaggio 6-3 e 2-1 con un break nella seconda frazione.

di redazione