NewsTornei Internazionali

ONS JABEUR, CLASSE E FIORETTO A WIMBLEDON

La 26enne tunisina Ons Jabeur, è per la seconda volta nei quarti Slam (dopo Melbourne 2020). Continua la sua serie delle prime volte. E’ stata la prima racchetta araba a vincere un titolo WTA, alcune settimane fa a Birmingham. Oggi si è imposta in rimonta alla polacca Iga Swiatek, campionessa a Parigi 2020 e top ten. L’ha fatto con la classe che si materializza in giocate spesso inedite e le variazioni. Così dopo il 5-7 del primo set, ha imposto la propria legge con un duplice 6-1: “Non sarebbe servito a nulla arrabbiarmi dopo aver ceduto il primo parziale – ha detto a match appena archiviato -. Ho cambiato tattica, diventando più aggressiva e utilizzando colpi meno prevedibili. Muoversi su questa superficie non è sempre agevole e le variazioni fanno male alle avversarie”. Una tennista che ammalia con il fioretto e forse non a caso ha trovato come marito e compagno di vita, dal 2015, il fiorettista tunisino Karin Kamoun. Sfiderà al prossimo step la bielorussa Aryna Sabalenka, n° 2 del seeding mai così in alto in un “Major”, già sicura di salire dopo Wimbledon al n° 3 del mondo. La giunonica Aryna, muscoli di ferro e viso gentile, ha posto fine all’avventura della kazaka Elena Rybakina, 22 anni e fresca dei quarti parigini. Sabalenka a segno dopo un’ora e 49 minuti, per la terza volta su altrettanti scontri diretti. In una delle sfide di ottavi più attese la n° 1 del mondo Ashleigh Barty ha interrotto la lunga serie positiva di Barbora Krejcikova, campionessa a sorpresa nell’ultimo Roland Garros. Barty cinica, come non sempre le capita, nei passaggi topici del testa a testa e fredda nella chiusura onde evitare di riportare nel match la ceca, un po’ in difficoltà negli appoggi e nei movimenti sull’erba. Una ex n° 1 del mondo, Angelique Kerber, è tornata a recitare il ruolo di protagonista sul centrale (dove ha vinto il titolo nel 2018) battendo la 17enne americana Coco Gauff: “Ha un gran futuro davanti – ha detto la tedesca – e vincerà molto. Io giocherò partita per partita vivendo il momento. E’ bello essere tornati qui, per me e per lo sport”. La sua prossima avversaria sarà la ceca Muchova. Un’altra ceca, Karolina Pliskova, si è imposta in due set alla russa Liudmila Samsonova, meno efficace rispetto alle precedenti apparizioni londinesi. Passaggio nei quarti anche per la svizzera Golubic, a sorpresa contro l’americana Keys. Domani i quarti per sognare ancora.

di redazione