NewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

AL COUNTRY CUNEO TITOLI GIOVANI A GAIA MADUZZI E GIACOMO NOSEI

Giornata di titoli oggi al Country Club Cuneo nel “Crea International”, ITF under 18 Grade 5. La prima finale a decretare la vincitrice è stata quella femminile, che ha opposto la piemontese Gaia Maduzzi, tesserata per il circolo di casa e da oltre un anno impegnata negli allenamenti alla Best Point di Caramagna, alla laziale Emma Pennè, seconda testa di serie. E’ stata Gaia Maduzzi, classe 2006, ad alzare il trofeo dopo un’ora e dieci minuti di gran gioco fissato sullo score di 6-1 6-3. Un tennis a tutto campo il suo che le ha permesso di trovare più soluzioni sia da fondo che a rete, con alcune pregevoli conclusioni anche in back e con palle corte vincenti: “Mi piace esprimere questo tipo di tennis e sono riuscita a farlo. Ero alla mia seconda finale di categoria, dopo quella d’inizio anno a Cancun (Mex) e sono riuscita a gestire meglio le emozioni. Spero di proseguire su questa strada”. La piemontese era al suo ottavo torneo internazionale in carriera.
Spazio poi alla finale del tabellone di singolare maschile, con protagonisti il ligure Giacomo Nosei e Giuseppe Corsaro, abruzzese con classifica italiana di 2.5, classe 2004. Un match a senso unico a causa di un problema al ginocchio che ha limitato il tennis di Corsaro. Nosei è scattato dai blocchi con veemenza ed ha fatto suo il primo set con un netto 6-0, anche approfittando delle difficoltà di spostamento del rivale. Perso anche il primo game del secondo set Corsaro si è ritirato e Nosei ha potuto alzare le braccia al cielo coronando una settimana perfetta con il titolo: “Spiace per il ritiro del mio avversario – ha detto a caldo il vincitore – ma sono felice per il secondo titolo consecutivo in altrettante settimane. Complimenti all’organizzazione per come ha allestito il torneo. Ci siamo sentiti tutti a casa in un ambiente abituato al grande tennis. La prossima settimana cercherò di far bene, a Salsomaggiore, in un’altra tappa importante del circuito internazionale giovanile”. Un po’ scorato Corsaro che spera di recuperare presto dall’infortunio: “Purtroppo in finale non ho potuto competere al mio livello, spero presto ci siano altre occasioni per farlo”.
Appuntamento al prossimo anno sempre sui campi del Country Club di Cuneo, che avevano ospitato nel 1998 la World Youth Cup, con altri appuntamenti internazionali ancora da definire. Ottimo il bilancio della settimana espresso dalla dirigenza, con in testa il presidente Fabrizio Drago: “Un bell’esempio di comportamento dato nell’intera settimana dai giocatori e dai loro accompagnatori. Speriamo che il nostro torneo porti fortuna a tanti dei protagonisti di queste giornate”.
Ieri erano andati in archivio i doppi con i successi dei tandem Gradassi/Marcon al femminile e Baldisserri/Bilardo al maschile. Ottimo il bilancio dell’organizzazione che rilancia in ottica 2022 il torneo giovanile pensando anche ad un 25.000 ITF maschile nel rinnovo della tradizione locale da ormai oltre 20 anni sempre in prima linea nell’ambito delle rassegne internazionali.

Risultati: Finale femminile Maduzzi – Pennè 6-1 6-3
Finale maschile: Nosei – Corsaro 6-0 1-0 rit.

di redazione