NewsTornei Internazionali

A INDIAN WELLS BENE MAGER, FUORI MUSETTI E MARCORA

Iniziamo dalle note positive in casa Italia nella notte appena conclusa. Gianluca Mager è salito al 2° turno del Masters 1000 di Indian Wells, confermando la sua crescita ad alto livello, superando il tignoso magiaro Marton Fucsovics, n° 42 del momdo. Bravo il sanremese a non scorarsi per la veloce sconfitta (1-6) subita nel primo parziale. Nel secondo è ripartito archiviando il brutto avvio e ha rimediato con un rotondo 6-3. Nel terzo è andato a condurre 4-1 e ha continuato a spingere, riuscendo a chiudere 6-2 e salenmdo allo step successivo del torneo. Ora cercherà la rivincita contro Gael Monfils che lo ha battuto recentemente nei quarti del 250 di Sofia: “All’inizio non ci ho capito davvero nulla – ha detto Mager dopo la vittoria – c’era un po’ di vento, che mi ha messo un po’ in difficoltà dal momento che vengo da tornei indoor. Poi però mi sono detto di provare a palleggiare, ad allungare gli scambi, e sono riuscito a girare la partita”.
Non ha avuto nemmeno la possibilità di provarci invece Lorenzo Musetti, superato nettamente dal mancino iberico Alber Ramos Vinolas, n° 48 del mondo, per 6-1 6-3. Un match nel quale il carrarino, la brutta copia delle versione “monstre” della prima parte di stagione, non è mai entrato. Dovrà ricostruirsi soprattutto psicologicamente nei prossimi mesi perchè dagli ottavi del Roland Garros ha perso certezze, fiducia e identità. Soprattutto anche la voglia di lottare che con la classe di cui dispone dovrebbe essere la miccia esplosiva per surclassare certi tipi di avversari.
Ha provato invece Roberto Marcora a a resistere al n° 59 del mondo, lo spagnolo Pedro Martinez e nel primo set è arrivato anche ad avere la palla del 5-5, anzi due. Non le ha concretizzate (una possibile con un passante di diritto non andato a segno) e nei fatti lì è terminata la sua sfida. Nella seconda frazione Martinez ha preso subito il largo e chiuso 6-4.

di redazione