NewsTornei Internazionali

A TENERIFE CAMILA GIORGI SALE AL 2° TURNO NONOSTANTE IL GIUDICE DI SEDIA

Camila Giorgi è una tennista incostante ma corretta sul campo di gioco. Il papà Sergio è certo istrionico e “fumantino” ma non tale da condizionare l’esito di un confronto girandolo in proprio favore. Ieri nel 1° turno dell’ATP 250 di Tenerife, torneo organizzato dalla Mef Tennis Events, sono stati presi di mira entrambi oltremodo e Camila ha rischiato, al di là delle proprie titubanze di giornata di perdere un confronto già vinto o quasi. Opposta alla spagnola di origine moldava Bolsova, viso da copertina e corpo tatuato a ricordare il suo amore per l’arte, la storia, il disegno, nonchè un giovane percorso di vita tortuoso, l’azzurra ha patito una brutta partenza nel primo set, ripreso per il rotto della cuffia al termine (contro-break del 5-5 e successo al tie-break), poi si è issata sul 3-0 del secondo con il servizio a disposizione. A questo punto è iniziata la lotta con il giudice di sedia, che le aveva già dato un warning nel primo set per una discussione con il padre. Penalizzata da alcune chiamate dubbie, Camila ha dato in escandescenza peccando un po’ di nervosismo ma il direttore di gara ci ha messo del suo. Secondo warning e penalty point, poi racchetta scagliata in rete e penalty game, con la rivale che si è rifatta sotto (2-3). Da quel momento il set ha cambiato volto e la serie di game conquistati dall’iberica è salita a sei, per il 6-3 del pareggio.
Nel set decisivo la nota dominante è stata la chiamata del fallo di piede anche sulla seconda palla di servizio. Tra errori, nervosismi e soluzioni vincenti Camila è salita sul 5-2. Altra contestazione per una palla lunga non chiamata dal giudice di sedia (cosa fatta invece d’impeto dal padre di Camila) e nuovo momento di confusione con intervento del supervisor, con altro penalty game rifilato all’azzurra. Brava a questo punto Camila a raccogliere le energie nervose e chiudere 6-4 al terzo per il passaggio al turno successivo dove domani troverà la montenegrina Kovinic: “È stato un bel match – ha detto al termine la n° 1 italiana -. Ci siamo espresse entrambe ad alto livello, sono contenta. Il tifo del pubblico? Amo la Spagna. Ho vissuto in questo Paese e sono felice di essere qui per un torneo così”. Avanzano nel WTA 250 targato MEF Tennis Events anche Arantxa Rus, Saisai Zheng, Danka Kovinic e Greet Minnen, mentre l’incontro tra Elina Svitolina e Maria Camila Osorio Serrano è stato sospeso per oscurità dopo che l’ucraina ha conquistato il primo set con il punteggio di 7-5.

di redazione