NewsTornei Internazionali

ANCHE KARATSEV VUOLE TORINO

Jannik Sinner chiama e Aslan Karatsev risponde. Il russo, protagonista di una prima parte di stagione a dir poco inattesa con tanto di semifinale agli Australian Open, poi calato nella seconda parte, è tornato a stupire nel torneo di casa, la Kremlin Cup di Mosca (ATP 250). Nell’atto decisivo ha fermato nettamente (6-2 6-4) il croato Marin Cilic, che andava a caccia del 20° titolo di carriera. Stessa durata della finale vinta da Sinner ad Anversa (1 ora e 16 minuti) e stessi punti vinti (250) importanti in chiave ATP Finals. Molta più lotta invece nel WTA 500 che è andato in archivio con il successo di Anett Kontaveit sulla russa Ekaterina Alexandrova. L’estone, in lotta con la tunisina Jabeur per l’ultimo posto utile nelle WTA Finals di Guadalajara, si è imposta in rimonta per 4-6 6-4 7-5. Il titolo del WTA 250 di Tenerife è andato invece all’americana Ann Li che ha fermato nell’ultimo confronto della settimana la colombiana Osorio Serrano, con lo score di 6-1 6-4.
“Voglio essere a Torino per le Nitto ATP Finals” ha detto il russo, che ha trionfato per la prima volta nell’ATP 250 di Mosca dove finora non era mai andato oltre il secondo turno.

di redazione