NewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

L’ITALDAVIS CONTINUA GLI ALLENAMENTI

L’Italia di capitan Filippo Volandri, alla prima esperienza in tale veste dopo la lunga storia targata Corrado Barazzutti, ha proseguito ieri gli allenamenti in vista del primo incontro della fase a gironi del Gruppo E di Coppa Davis, che la vedrà opposta venerdì dalle 16 al Pala Alpitour di Torino (fresca sede delle Nitto ATP Finals) agli Stati Uniti. Non una passeggiata perché la squadra capitanata dall’ex professionista Mardy Fish presenta, nonostante la defezione di Taylor Fritz, degli ottimi singolaristi e un doppio affiatato composto da Rajeev Ram (finalista proprio domenica a Torino alle ATP Finals in coppia con il britannico Salisbury) e Jack Sock, già top ten in singolare e n° 2 del mondo nel 2018 nella specialità di tandem. Salvo cambiamenti dell’ultimo minuto il primo singolarista azzurro sarà Jannik Sinner, al suo esordio in Davis, il secondo Lorenzo Sonego, giocatore di casa con due convocazioni alle spalle ma non ancora sceso in campo da titolare. Sinner dovrebbe affrontare Reilly Opelka, tennista che ha nel servizio la sua arma in più e invece nella non grande dinamicità la pecca maggiore. Per Sonego dovrebbe così esserci la sfida con Frances Tiafoe, sostituto di Fritz, sempre che il capitano USA non propenda per far giocare da numero 1 l’esperto John Isner, nell’ultimo periodo non così impegnato nelle competizioni internazionali. Il doppio azzurro è una garanzia e dovrebbe veder schierati Simone Bolelli e Fabio Fognini, capaci di vincere nel 2015 il titolo Slam agli Australian Open. Match dunque da affrontare con tanta attenzione e che potrebbe essere decisivo nel Gruppo E. Sabato 27 Italia nuovamente in campo, e sempre dalle 16, contro la Colombia che ha in Daniel Galan il miglior singolarista, giocatore dotato di un tennis completo che parte dal servizio e non disdegna le discese a rete, soprattutto sul veloce come si presenterà il campo del Pala Alpitour che rispetto alla settimana delle Nitto ATP Finals ha cambiato colore (dal blu al verde). Temibile anche il doppio della Colombia, composto da Cabal e Farah, abbinamento partito tanti anni fa dal circuito dei futures e salito alla posizione di coppia numero 1 del mondo. Nel loro palmares di personaggi popolarissimi in Colombia spiccano anche i titoli di Wimbledon e US Open, entrambi colti nel 2019, nonché diverse partecipazioni alle ATP Finals. Il secondo singolarista della compagine sudamericana è invece sulla carta l’anello debole. Si tratta di Nicolas Mejia, 21enne ed attuale numero 275 del ranking ATP, ad una sola posizione dalla sua miglior posizione di sempre, datata ottobre 2021. L’Italia ha dovuto rinunciare a Matteo Berrettini, infortunatosi nel match d’esordio alle Finals contro il poi vincitore Zverev. L’obiettivo è vincere il girone e salire nei quarti, programmati, sempre a Torino il 29 novembre contro la vincente del Gruppo D che è composto da Australia, Croazia e Ungheria. Oggi alle 17 la conferenza stampa dei capitani di Italia, Stati Uniti e Colombia.

di redazione