NewsTornei Internazionali

OGGI A MADRID L’ULTIMO QUARTO DAVIS

Si chiude oggi a Madrid, dalle ore 16, la serie dei quarti di finale delle Davis Cup Finals by Rakunen, con il testa a testa tra la Russia, in realtà Russian Tennis Federation, che gioca per le sanzioni ancora legate allo scandalo doping di Sochi 2014 (come successo a Tokyo 20202) senza vessilli ufficiali, e la sorpresa Svezia, un po’ la “cenerentola” delle migliori otto squadre approdate alla seconda fase della manifestazione. Se per le altre tre sfide non era facile azzardare un pronostico, in questo caso i russi guidati dal capitano Shamil Tarpischev, partono con i favori della vigilia. Nei singolari possono schierare il numero 2 del mondo, Daniil Medvedev, che ha dimostrato di tenere molto alla competizione, e Andrey Rublev, n° 5 del mondo, tennista capace di altissime performance e di cali improvvisi, come quello avuto nella seconda parte di stagione poi solo parzialmente rimediato nell’ultimo periodo. In alternativa Aslan Karatsev, sorpresa di inizio 2021 con la semifinale raggiunta agli Australian Open e terza riserva alle NITTO ATP Finals di Torino; ed ancora Karen Khachanov, bombardiere in grado di fare la differenza con il diritto e il servizio. Di alto lignaggio anche il doppio russo, formato dai già citati Karatsev e Rublev, insidiosi sia in battuta che in fase di risposta. Di contro la Svezia potrà schierare nei due singolari i fratelli Ymer, Mikael ed Elias. Il primo, 23 anni, è un top 100 (94 ATP) e fa della capacità di giocare un tennis d’incontro la sua peculiarità. Il secondo, di due anni più esperto del fratello, è ad oggi n° 171 ATP e ha solo sfiorato in carriera la top 100, facendo un po’ da guida a Mikael. Il doppio, composto da Goransson e Lindstedt non dovrebbe costituire un grosso ostacolo per il tandem russo e molto probabilmente si giocherà a punteggio già acquisito. La vincente troverà in semifinale la Germania.

di redazione