AtletiNews

MATILDE PAOLETTI PUO’ TORNARE IN CAMPO

Matilde Paoletti può tornare immediatamente in campo. Questa la decisione dell’ITF che ha cancellato la squalifica provvisoria entrata in vigore lo scorso 14 settembre dopo la positività al Clostebol, una sostanza anabolizzante. Il test era avvenuto lo scorso 19 luglio durante il WTA 250 di Palermo, dove la ragazza era iscritta al solo torneo di doppio. L’esame delle urine della diciottenne, svolto nel laboratorio WADA di Montreal, in Canada, conteneva tracce di un metabolita del Clostebol, contenuto nella lista delle sostanze proibite nella categoria S1, quella degli agenti anabolizzanti. Il 7 settembre si sono svolte anche le controanalisi sul campione raccolto a Palermo. Intanto rispondendo alla lettera in cui la ITF l’avvertiva di aver aperto una procedura per violazione della normativa antidoping, la diciottenne  tennista umbra aveva ricostruito quanto le era accaduto dalla primavera in poi: fermata da un infortunio al piede destro, ha potuto riprendere a giocare soltanto  a luglio, quando ha preso parte ai tornei juniores di Roehampton e Wimbledon prima di andare a Palermo. La meticolosa ricostruzione, che elencava tutti i farmaci e gli integratori da lei assunti in questo periodo (inclusi la vaccinazione anti-Covid e il lungo periodo trascorso all’interno della “bolla” antivirus predisposta in Inghilterra) escludeva categoricamente che potesse aver assunto coscientemente la sostanza.

da sito www.federtennis.it