AtletiNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

A TORINO DOMANI LE SEMIFINALI DEL CHALLENGER

Tutto secondo copione o quasi nella giornata dedicata ai quarti di finale del Torino Challenger, ATP 80 in corso al Circolo della Stampa Sporting con organizzazione Nen Events. Ancora in evidenza le prime tre teste di serie, che hanno conquistato le semifinali programmate domani. Il n° 1 del seeding ed attuale 120 ATP, Quentin Halys, ha domato la resistenza di Daniel Masur, tedesco numero 6 del tabellone. L’ha fatto in due set (7-5 6-1) concentrando il massimo sforzo alla fine del primo set e all’inizio del secondo, non senza aver corso rischi. Sul 5-4 Masur ha avuto infatti tre set point consecutivi, brillantemente annullati dal transalpino grazie al ritrovato servizio. Dal 5-5 Halys ha cambiato passo centrando il break che l’ha portato a servire per il set. Occasione che non si è lasciato sfuggire togliendo anche un po’ di fiducia al tedesco. Halys ha proseguito la serie in avvio di seconda frazione portandosi in vantaggio di un altro break, bissato poco dopo per il 4-1. Masur ha perso la buona attitudine dell’inizio e alla fine si è arreso incassando l’ennesimo break. Il francese troverà domani la sorpresa di giornata e del torneo, il 26enne olandese Jelle Sels, n° 311 del mondo, che ha fermato la corsa del più quotato Michael Mmoh, ex top 100 ATP. L’americano ha buttato al vento più chance nel primo set, soprattutto quando nel tie-break si è portato a tre set point consecutivi, sul 6-3. Sels non si è perso d’animo e punto dopo punto è risalito, grazie ad un buon servizio e al bel rovescio classico ad una sola mano di cui dispone, facendo propria la sezione per 9-7. Nella seconda parte di gara ancora Sells ha fatto la differenza in dirittura chiudendo 7-6 (7) 7-5.
Nella parte bassa del tabellone domani sarà una sfida tutta da vivere per un posto in finale tra il n° 2 del tabellone, il tedesco Mats Moraing e il n° 3, il canadese Vasek Pospisil. Moraing ha aperto le ostilità di giornata sul campo centrale superando con un netto 6-4 6-3 il qualificato rumeno Jianu. La differenza il tedesco l’ha fatta con il servizio e grazie ad una condizione tecnico-tattica miglioarata giorno dopo giorno a Torino. Pospisil invece ha interrotto i sogni di gloria di Antoine Escoffier, altro qualificato, con lo score di 7-6 6-4. Nel primo set nessun break per entrambi e tre opportunità annullate per coglierlo da una parte e dall’altra. Nel tie-break Pospisil, ex n° 25 del mondo, prima dell’operazione alla schiena che ne ha interrotto la scalata e la presenza sul campo per oltre un anno, è salito in cattedra con i suoi classici schemi di giocatore d’attacco, chiudendo 7 punti a 4. Nella seconda frazione è risultato decisivo il break messo in cassaforte dal canadese nel quinto gioco. Sul 5-4 e servizio, Pospisil è stato bravo ad annullare al transalpino diverse palle del 5-5 e alla fine ha chiuso i giochi su un errore di Escoffier.
Domani è in programma anche la finale del doppio, dalle 12. Protagonisti gli olandesi Arends e Pel opposti al belga Bemelmans e al tedesco Masur che oggi hanno fermato il tragitto di Vavassori e Jebavy (6-3 6-2). Tre match in sequenza tutti da seguire (ingresso gratuito fino all’esaurimento del 60% della capienza degli spalti). Non prima delle 14 Pospisil – Moraing e a seguire Halys-Sels.

di redazione