NewsPiemonteRegioniTornei Nazionali

AL MONVISO SPORTING CLUB DOMANI LE FINALI DEL BNL OPEN, DALLE 13

Atti decisivi domani nel BNL Open maschile al Monviso Sporting Club, a partire dalle 13. Si decideranno infatti i vincitori dei due tabelloni, di singolare e doppio. Due posti i finalisti del draw individuale se li sono già guadagnati per le prequalificazioni degli Internazionali BNL d’Italia. Nel doppio solo la coppia che si aggiudicherà il titolo avrà lo stesso privilegio. Saranno proprio i doppisti ad iniziare le danze di campo alle 13. Alle 15 toccherà a Pietro Rondoni e Stefano Baldoni, entrambi classificati 2.1. Rondoni oggi ha superato nella prima delle due semifinali Giovanni Calvano, al termine di 2 ore e 33 minuti di gioco e di un confronto dai due volti. Nella prima parte di gara è stato Calvano a comandare i giochi grazie alla maggior solidità del momento e al minor numero di errori gratuiti. Il vercellese è sembrato ancora “imballato” in questo passaggio di gara e ha subito due break che hanno portato il rivale al successo parziale sullo score di 6-2. La reazione del numero 1 del tabellone ed ex top 400 ATP non ha però tardato ad arrivare e nel secondo set, dopo un iniziale equilibrio, si è concretizzata nella parte finale della frazione: Rondoni ha chiuso 6-3 e preso l’abbrivio per proseguire la corsa nel set decisivo. Una sezione di partita dominata e condotta con autorità (6-1) per il meritato passaggio in finale, con Calvano visibilmente calato di rendimento. Rondoni troverà il mancino umbro Stefano Baldoni che un po’ a sorpresa ha superato il torinese Stefano Reitano in due set. Il giocatore del Circolo della Stampa Sporting ha trovato dalla parte opposta della rete un muro a tratti invalicabile con un tennis nell’occasione ancora più regolare del suo. Baldoni ha così condotto agilmente il set iniziale (6-2) e nel secondo non si è distratto fino al 5-1 e servizio. Reitano ha provato a rimanere in partita alzando ulteriormente le traiettorie e cogliendo un contro-break nel settimo gioco (5-2 Baldoni). Nel successivo la lotta si è fatta serrata e dopo molti vantaggi reciproci, compresi due match point non concretizzati da Baldoni, Reitano ha caparbiamente ridotto ancora le distanze (3-5) alla soglia delle due ore di gioco. Ha continuato, il torinese, l’operazione di recupero riagganciando Baldoni sul 5-5. Il giocatore umbro ha però interrotto il momento rimettendo la testa avanti sul 6-5 e nel game successivo, dopo essere stato ad un passo dal tie-break (Reitano si è portato 40-15 sul proprio servizio) ha piazzato la zampata vincente salendo in finale sul 6-2 7-5 dopo 2 ore e 23 minuti di sfida.

da ufficio stampa torneo