AtletiNewsTornei Internazionali

A ROSETO DEGLI ABRUZZI COBOLLI E AGAMENONE CERCANO I QUARTI

Tornano in campo due dei cinque giocatori italiani approdati al secondo turno del “Regione Abruzzo Aterno Gas & Power Cup”, secondo Challenger consecutivo dotato di un montepremi di 45.730 euro in svolgimento sui campi in terra rossa del Tennis Club Roseto. Flavio Cobolli (n.177 ATP, migliorerà questo suo “best” ranking grazie alla semifinale raggiunta nel primo torneo sui campi abruzzesi), in gara con una wild card, dopo essersi aggiudicato il derby tricolore con Federico Gaio (n.185 ATP), deve vedersela con il croato Nino Serdarusic (n.219 ATP), che all’esordio ha eliminato a sorpresa il ceco Jiri Vesely (n.74 ATP), primo favorito del seeding. Il 25enne di Zagabria ha vinto l’unico precedente con il 19enne romano, lo scorso anno negli ottavi del challenger di Como. Franco Agamenone (n.169 ATP), dopo l’affermazione in due tempi su Lorenzo Giustino (n.207 ATP) annullando anche un match point, si gioca un posto nei quarti con il cinese di Taipei Chun-Hsin Tseng (n.159 ATP), ottava testa di serie, mai affrontato prima dal 28enne nato a Rio Cuarto (Argentina).
Domani toccherà poi agli altri tre azzurri. Andrea Vavassori (n.271 ATP), passato attraverso le qualificazioni, dopo il successo all’esordio sull’altro qualificato Luciano Darderi (n.319 ATP), troverà dall’altra parte della rete l’ungherese Zsombor Piros (n.240 ATP): anche in questo caso si tratta di una sfida inedita. Sarà derby tricolore invece fra Andrea Pellegrino (n.201 ATP), protagonista dell’eliminazione di Gianluca Mager (n.92 ATP), secondo favorito del torneo e recente vincitore del Challenger Gran Canaria, e Alessandro Giannessi (n.186 ATP), che al debutto ha superato in rimonta lo spagnolo Nicolas Alvarez Varona (n.304 ATP), ripescato come “lucky loser”. Non ci sono precedenti fra il 24enne pugliese di Bisceglie e il 31enne spezzino.

di redazione (foto Errigo)