AtletiNewsTornei Internazionali

ALLE 17 C’E’ LUCIA BRONZETTI SU SUPERTENNIS, PER I QUARTI STELLARI A MIAMI

Sarà sicuramente un torneo da ricordare per Lucia Bronzetti, impegnata oggi nel quarto turno (ottavi) del “Miami Open”, terzo WTA 1000 stagionale (combined con il secondo ATP Masters 1000 del 2022) dotato di un montepremi di 8.369.455 che si sta disputando sui campi in cemento dell’impianto dell’Hard Rock Stadium (la “casa” dei Miami Dolphins di football NFL), in Florida, che SuperTennis (e SuperTennix) trasmette in diretta e in esclusiva.  La romagnola è la seconda lucky loser ad approdare tra le migliori 16 a  Miami dopo l’argentina Gisela Dulko (2004). L’avventura della 23enne di Villa Verucchio, n.102 WTA, iniziata dalle qualificazioni sembrava essersi conclusa prematuramente con lo stop al turno decisivo per mano della cinese Qiang Wang, n.101 del ranking ma arrivata in 12esima posizione a settembre del 2019. Ripescata come lucky loser, per la riminese è cominciata un’altra storia. All’esordio ha battuto l’australiana Alja Tomljanovic, n.39 del ranking, dopo averle annullato un match-point nel tie-break del secondo set, mettendo a segno la prima vittoria in un main draw da “1000” (alla prima partecipazione), il primo successo su una top 50 in carriera ed assicurandosi in pratica l’ingresso in top 100. Poi, saltato l’inedito derby tricolore contro Camila Giorgi, n.31 WTA e 27esima testa di serie -costretta a dare forfait a causa di un problema al polso destro -, Lucia ha liquidato 62 61 l’elvetica Stefanie Voegele, n.140 del ranking, anche lei lucky loser ma ancora più fortunata dell’azzurra perché ripescata direttamente al secondo turno. Quindi al terzo turno un altro pizzico di fortuna con il forfait della russa Anna Kalinskaya, n.84 WTA, che nel turno precedente a sorpresa aveva eliminato in due set la ceca Karolina Pliskova, n.8 del ranking e 6 del seeding. Ed oggi per Bronzetti c’è la chance per allungare la favola con un altro capitolo: dall’altra parte della rete troverà infatti Daria Gavrilova, n.249 WTA e in tabellone grazie ad una wild card, che ha scelto di utilizzare il cognome del marito, il tennista australiano Luke Saville. Anche la giocatrice aussie ha beneficiato di un ritiro, quello della ceca Katerina Siniakova, n.53 WTA, che ha alzato bandiera bianca sul punteggio di 60 1-0 per la sua avversaria. Non ci sono precedenti tra la romagnola e la 28enne nata a Mosca, che a fine agosto 2017 ha raggiunto la 20esima posizione del ranking. Grazie ai punti conquistati fin qui a Miami Lucia è già certa di firmare – lunedì 4 aprile – un primato personale stellare: al momento è virtualmente n.84.

dal sito www.federtennis.it