AtletiNewsTornei Internazionali

TRE ITALIANI IN CAMPO OGGI A MONTECARLO IN CERCA DEGLI OTTAVI

Tre gli azzurri in campo oggi per il secondo turno del “Rolex Monte-Carlo Masters”, terzo Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 5.415.410 di euro, che si sta disputando sulla terra rossa del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco. Lorenzo Sonego apre il programma sul “Court 2”. Il 26enne torinese, n.26 del ranking e 16 del seeding, dopo aver regolato in due set il bielorusso Ilya Ivashka, n.44 ATP, ed il vento della Costa Azzurra, affronta il serbo Laslo Djere, n.62 del ranking, semifinalista la scorsa settimana a Marrakech. Il piemontese è in vantaggio per 3-1 nei precedenti con il 26enne di Senta ed ha vinto gli ultimi due. Proprio a Monte-Carlo, nel 2019, “Sonny” ha raggiunto il suo primo quarto di finale in un “1000”, per giunta partendo dalle qualificazioni, sconfitto dal serbo Lajovic (poi battuto in finale da Fognini).
Palcoscenico del “Court Ranieri III” per Lorenzo Musetti. Nel terzo match del programma il 20enne di Carrara, n.83 ATP, che all’esordio ha superato 6-2 al terzo il francese Benoit Paire, n.61 del ranking, si gioca un posto negli ottavi con il canadese Felix Auger-Aliasime, n.9 del ranking e 6 del seeding. Uno pari il bilancio dei precedenti, entrambi piuttosto combattuti, con il 21enne di Montreal a segno al secondo turno a Barcellona, ed il talento toscano vincitore al primo turno a Lione, sempre sula terra e sempre nel 2021.
In contemporanea sul “Court des Princes” c’è Jannik Sinner. Il 20enne di Sesto Pusteria, n.12 ATP e nona testa di serie, dopo il debutto piuttosto laborioso di lunedì contro il croato Borna Coric, n.198 ATP (in gara con il ranking protetto: è rientrato ad Indian Wells dopo un anno di stop per l’infortunio alla spalla), ritrova dall’altra parte della rete il finlandese Emil Ruusuvuori, n.81 ATP, promosso dalle qualificazioni. L’altoatesino si è imposto in tre delle quattro sfide precedenti anche se nella più recente – giocata tre settimane fa al secondo turno del “1000” di Miami – è riuscito a prevalere solo al tie-break del terzo set e dopo aver annullato ben tre match-point.   Incrociando le dita – visto il problema agli addominali che ha richiesto l’intervento del trainer durante il match contro Coric – e guardando un po’ più lontano negli ottavi l’azzurro troverebbe molto probabilmente il russo Rublev, n.8 del ranking e 5 del seeding, finalista dodici mesi fa.

di redazione e dal sito www.federtennis.it (foto Sergio Errigo)