AtletiNewsRegioniTornei InternazionaliVeneto

SEI AZZURRE OGGI ALL’ESORDIO SULL’ERBA DI GAIBA

Esordio per 6 tenniste italiane nel “Veneto Open-Internazionali Confindustria Venezia e Rovigo”, torneo WTA 125k dotato di un montepremi di 115mila dollari che si sta disputando sui campi in erba del Tennis Club di Gaiba. Sara Errani, n.213 del ranking, è stata sorteggiata al primo turno contro la statunitense Madison Brengle, n.57 ETA e seconda favorita del seeding (la 35enne di Massa Lombarda si è aggiudicata entrambi i precedenti, disputati al secondo turno del WTA di Toronto nel 2015 e nei quarti di quello di Dubai nel 2016, sempre sul cemento), mentre la wild card Lisa Pigato, n.382 del ranking, deve vedersela con la francese Diane Parry, n.82 WTA e sesta testa di serie (sfida inedita), Ostacolo “tosto” per Cristiana Ferrando, n.254 del ranking, anche lei wild card, subito opposta alla belga Alison Van Uytvanck, n.47 WTA e prima favorita del seeding (nessun precedente) mentre la quarta wild card tricolore, Melania Delai, n.524 del ranking, trova dall’altra parte della rete l’altra svizzera Joanne Zuger, n.183 WTA (anche in questo caso non ci sono precedenti). Con il forfait di Elisabetta Cocciaretto, n.117 del ranking, è sfumato il derby tricolore con Federica Di Sarra, n.239 WTA, che trova invece la russa Alena Fomina-Klotz, n.1.219 WTTA, in tabellone come “alternate” (nessun precedente). Infine Lucrezia Stefanini, n.190 del ranking, debutta contro l’altra russa Vitalia Diatchenko, n.114 WTA, mai affrontata prima in carriera. Ieri buona la prima per Lucia Bronzetti: la 23enne riminese di Villa Verucchio, n.71 WTA (“best ranking” proprio questa settimana) e terza favorita del seeding, ha liquidato 61 63, in 68 minuti di gioco, la lituana Justina Mikulskyte, n.246 del ranking, ribadendo l’esito dell’unico precedente disputato al primo turno dell’ITF di Sharm El Sheik 2 nel 2021. La prossima avversaria della romagnola sarà la francese Harmony Tan, n. 120 WTA: tra Lucia e la 24enne parigina non ci sono precedenti. Nulla da fare invece per Matilde Paoletti, n.969 del ranking, in tabellone con una wild card, che ha ceduto 63 67(5) 64, dopo oltre due ore e mezza di lotta, all’elvetica Susan Bandecchi, n.223 WTA. La tennista umbra ha recuperato un break di svantaggio sia nel secondo set, poi vinto al tie-break per 7 punti a 5, che nella frazione decisiva, dove però ha ceduto nuovamente la battuta nel decimo gioco.

da ufficio stampa torneo