AtletiMarcheNewsRegioniTornei Internazionali

A SAN BENEDETTO VAVASSORI E’ NEI QUARTI, COME DARDERI E FONIO

Si chiude con tre vittorie e una sconfitta, arrivata in un derby tricolore, l’ottimo bilancio per i colori azzurri nella quinta giornata della “San Benedetto Tennis Cup”, Challenger ATP dotato di un montepremi di 45.730 euro. Grazie a questi successi sono ben 6 gli italiani approdati ai quarti, ed è sicura la presenza di un azzurro in finale visto che i due incontri nella parte bassa del tabellone sono i due derby Arnaldi – Brancaccio e Darderi – Fonio.  Proprio un atteso derby azzurro di secondo turno ha aperto il programma “italico” del torneo marchigiano. Andrea Vavassori (n.245 in classifica) ha battuto nettamente Francesco Passaro (testa di serie n.3 e n.144 ATP) in appena 1 ora e 4 minuti per 60 63. Ottima la prestazione del 27enne torinese in tutti i settori di gioco, mentre il perugino è stato falloso e poco costante nella spinta da fondo campo. Il piemontese ha trasformato 5 delle 9 palle break ottenute, mentre l’umbro ha vinto solo il 35% dei punti con la seconda di servizio. 
Nei quarti Vavassori trova il brasiliano Pedro Boscardin Dias (n.326 ATP), che ha approfittato del ritiro dell’argentino Andrea Collarini (quinto nel seeding) alla fine del secondo set, quando il punteggio era di 46 76(3). Non ci sono precedenti tra l’azzurro e il 19enne di Joinville. Nel primo match serale sul “rosso” del Circolo Tennis Maggioni vittoria in rimonta e accesso tra i migliori otto del torneo per Luciano Darderi, n.186 nel ranking e secondo nel seeding del torneo. Il 20enne nato in Argentina ha sconfitto l’ungherese Fabian Marozsan (n.255 ATP) col punteggio di 46 63 62 in 1 ora e 56 minuti di gioco. Nel primo set il 22enne di Budapest allunga con un un break in un “infinito” quinto game (durato ben 20 punti!) non concedendo all’azzurro chance di riaprire il parziale. Dal secondo set Luciano cambia ritmo col diritto, sempre più aggressivo e preciso, recupera un break subito nel terzo gioco e allunga sul 4-2, in quello che si rivela lo strappo decisivo. Forte del momento positivo, l’italiano scappa via subito all’avvio del terzo set con un doppio break, chiudendo in sicurezza l’incontro. Nei quarti Darderi darà vita a un altro derby tricolore con il qualificato Giovanni Fonio (n.435 ATP), che nell’ultimo match in programma ha sconfitto il portoghese Frederico Ferreira Silva (n.249 ATP) per 64 61 in 1 ora e 34 minuti. Il 24enne di Novara ha condotto l’incontro, concedendo e annullando una sola palla break. Ottimo il 41% di punti vinti rispondendo alla prima di servizio del 27enne di Caldas Da Rainha. C’è un precedente tra Darderi e Fonio, disputato poche settimane fa al secondo turno a Todi: vinse il 20enne nato in Argentina in due set.

DI REDAZIONE