AtletiNewsTornei Internazionali

SONEGO SALUTA WINSTON SALEM. ANCORA UNA BATTAGLIA PERSA AL FOTOFINISH

Non è riuscito a salire nei quarti di finale del 250 ATP di Winston Salem, ultimo torneo di preparazione in ottica US Open. Forse sarà anche un bene pensando che da oggi (questa sera sarà ufficiale il tabellone principale) potrà concentrarsi sull’ultimo grande evento stagionale Slam, cosa che non sarebbe stata possibile se avesse proseguito il suo cammino nella rassegna. Negli ottavi di finale il 27enne torinese, che in stagione non è ancora riuscito a battere giocatori meglio classificati di lui nel ranking mondiale, si è arreso al tie-break del set decisivo all’americano di origine francese Maxime Cressy, attuale numero 34 ATP. Un tennista atipico che si è detto fiero di riportare in auge il serve & volley e di poter essere un esempio anche per altri tennisti. Nel primo set Sonego ha servito bene annullando una sola palla break nel primo gioco. Poi ha cercato di giocare centralmente per ridurre l’impatto sulla partita delle trame d’attacco del rivale. Nel tie-break iniziale ha giocato meglio di Cressy e lo ha vinto con merito per 7 punti a 4. Nel secondo set l’azzurro è calato e Cressy ha fatto la differenza con due break, per il 6-2 del pareggio. Grande equilibrio nel terzo set con break e contro-break per il 2-2. A quel punto, come nel primo parziale, la partita si è snodata seguendo i turni di battuta senza altre occasioni di break fino al tie-break decisivo. Ma contrariamente al primo set, è stato l’americano a giocare meglio i punti chiave.  Sonego ha visto così sfumare il quarto quarto di finale stagionale dopo quelli  raggiunti sul cemento a Sydney, sulla terra rossa a Cordoba e Buenos Aires, dove ha giocato la sua unica semifinale del 2022 finora, e sull’erba a Stoccarda. Nell’abbraccio a fine partita il suo è stato comunque uno sguardo sereno. Giocare partite così gli fa bene, anche se vincerle sarebbe auspicabile. Nei quarti sono approdati anche il britannico Jack Draper, che ha fermato in due set l’ex numero 3 del mondo Dominic Thiem (6-1 6-4); lo svizzero Huesler, che al tie-break del terzo set ha eliminato il bielorusso Ivashka; Laslo Djiere, che si è imposto su Jason Kubler al termine di un match lottato (7-6 6-7 6-3); Richard Gasquet, che ha eliminato l’americano Johnson dopo aver battuto all’esordio Lorenzo Musetti; Adrian Mannarino, a suo agio sulle superfici veloci tanto da aver rifilato un doppio 6-3 ad Albert Ramos Vinolas; quindi il francese Bonzi e l’olandese Botic Van de Zandschulp a segno rispettivamente su Thiago Monteiro e Jaume Munar.

di redazione