AtletiNewsTornei Internazionali

ALCARAZ E SINNER, RIVALITA’ E AMICIZIA. IN DAVIS SARA’ IN GARA VENERDI’ CONTRO IL CANADA A VALENCIA

Carlos Alcaraz è tornato sulla sua vittoria contro Jannik Sinner a New York: “Ho capito che avrei potuto vincere lo Slam nella partita contro Jannik Sinner, è stato il giro di boa” Carlos Alcaraz in una intervista al Corriere della Sera è tornato a parlare del suo match con Jannik Sinner: “Ho capito che potevo vincere lo Slam nel quarto di finale contro di lui. Un incontro durissimo, non so davvero come ho fatto a giocare con quell’intensità. Il match point annullato è stato il giro di boa: credo di essermi spinto dove non ero mai arrivato, Jannik mi motiva e credo di fare lo stesso effetto a lui, è una bella e utile rivalità”.  “Avrei potuto vincere in tre set, lui in quattro, invece siamo andati al quinto. Cinque ore e 20 minuti in campo, non succede spesso! Ci stimiamo e andiamo d’accordo fuori dal campo. Il suo spagnolo è così così, il mio inglese mediocre, ma ci capiamo al volo. Jannik è sempre amichevole, si interessa: come stai? Come sta la tua famiglia? Come giocatore è sotto gli occhi di tutti: ha già battuto dei top 10, ha una palla pesantissima. Ma è la persona, prima del tennista, ad avermi colpito”. Intanto il 19enne spagnolo, nuovo numero 1 del mondo (il più giovane nella storia del tennis) è arrivato oggi a Valencia per la Coppa Davis. Non giocherà il primo match ma esordirà nel secondo del raggruppamento della sua nazionale che si completa con Serbia, Corea e Canada. Domani il suo posto contro la Serbia, priva di Novak Djokovic, verrà presa da Ramos Vinolas che avrà in Bautista Agut il suo compagno di sfida opposti a Kecmanovic e Krajinovic. Venerdì invece la Spagna se la vedrà conj il Canada di Felix Auger Aliassime.

di redazione