AtletiNewsTornei Internazionali

SARA ERRANI AVANZA A BUCAREST, OUT LUCIA BRONZETTI

Esordio positivo per Sara Errani nella prima edizione del “Tiriac Foundation Trophy”, WTA 125k dotato di un montepremi di 115mila dollari che si disputa sui campi in terra rossa di Bucarest, in Romania. La 35enne di Massa Lombarda, n. 115 del ranking, ha liquidato 61 60, restando sortto l’ora di gioco, la wild card locale Ioana Loredana Rosca, n.436 del ranking: prossima avversaria per la romagnola – non prima di mercoledì – l’ungherese Dalma Galfi, n.79 del ranking ed 8 del seeding. Sara ha vinto l’unico precedente con la 24enne di Veszprem, disputato quest’anno in occasione della finale del WTA 125k di Contrexeville (terra) a inizio luglio quando l’azzurra si impose in rimonta sulla magiara dopo aver annullato tre match-point. Semaforo rosso, invece, per Lucia Bronzetti: la 23enne riminese di Villa Verucchio, n.57 WTA (“best”) e quarta testa di serie del torneo, si è fatta sorprendere per 61 60, in un’ora e 18 minuti di partita, dalla belga Maryna Zanevska, n.100 del ranking, che ha confermato l’esito dell’unico precedente con la romagnola, disputato al primo turno dell’ITF di Tarvisio nel 2020. Va detto che Lucia rientrava alle gare dopo l’infortunio alla gamba destra che l’aveva costretta al ritiro al primo turno degli Us Open. Oggi tocca alle altre due azzurre in tabellone. Nuria Brancaccio, n.300 WTA, “best ranking”, in tabellone come “special exempt”, grande protagonista a Bari dove ha raggiunto la sua prima finale in un WTA 125k, è stata sorteggiata al primo turno contro l’ungherese Reka Luca Jani, n.114 del ranking: tra le due non ci sono precedenti. Elisabetta Cocciaretto, n.93 WTA (“best”) ranking), deve invece vedersela con la russa Erika Andreeva, n. 139 del ranking: anche in questo caso si tratta di una sfida inedita. Guida il seeding del torneo romeno la “padrona di casa” Sorana Cirstea (n. 38 WTA), seguita da un’altra giocatrice locale come Irina Camelia-Begu (n. 41) e dall’ungherese Anna Bondar (n. 52 del ranking).

di redazione e sito www.federtennis.it