NewsTornei Internazionali

SARA’ UN NOVEMBRE RICCO PER IL TENNIS ITALIANO

La qualificazione per le fasi finali di Coppa Davis arrivata con una giornata di anticipo è lo specchio del momento d’oro del tennis italiano maschile. E anticipa un mese di novembre con quattro grandi appuntamenti che vedranno l’Italia protagonista: le finali di Billie Jean King Cup (ex Fed Cup) e della Coppa Davis, le Intesa Sanpaolo Next Gen Finals a Milano, il torneo con i migliori otto Under 21, e le Nitto ATP Finals a Torino con gli otto migliori giocatori e le otto migliori coppie di doppio a darsi battaglia. Il presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi, si mostra orgoglioso degli azzurri e dell’entusiasmo che li accompagna, a Bologna per la Davis e non solo. “A Volandri e a questa nazionale che puoi dire più di bravi? Come con le ragazze dieci anni fa, ma forse anche di più, abbiamo non solo grandi tennisti ma dei ragazzi perfetti. E questo per noi è un piacere e un grande onore, significa che il tennis italiano tramite noi ha fatto qualcosa di buono in questi anni” ha detto Binaghi a Francesca Paoletti in un’intervista per SuperTenniX. Chiare le ambizioni del presidente Binaghi. “Adesso cerchiamo anche di arrivare primi, così giocheremo contro una seconda nel primo turno a Malaga. Non ci nascondiamo, vogliamo vincere la Coppa Davis nel giro di 4-5 anni. Abbiamo tutte le carte in regola per poterlo fare. Abbiamo alcuni giocatori con il carattere per vincere match anche quando non giocano bene, una squadra completa e un bel clima”. Non mancano i ringraziamenti al pubblico di Bologna e alla risposta dei tifosi, vicini agli azzurri con grande entusiasmo.  “Complimenti a Bologna. Abbiamo fatto bene a scegliere questa sede, insieme all’amministrazione regionale, al presidente Stefano Bonaccini, e al Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri” ha detto. 
Bologna, ha aggiunto Binaghi, “è una città centrale per il nostro sport dove torniamo dopo oltre quarant’anni. Ha confermato il grande entusiasmo per i nostri due sport, per il tennis e il padel. Confermiamo quanto visto agli Internazionali d’Italia con il record assoluto di incasso e di presenze di pubblico pagante, e il successo del Premier Padel a Roma. Passiamo da qua, e siamo sicuri di ottenere lo stesso risultato di grande passione e riempimento dello stadio a Firenze e Napoli per gli ATP 250, a Milano per le Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals e a Torino per le Nitto ATP Finals“. 
Quello che ci aspetta a novembre, ha spiegato Binaghi, “è la fotografia dell’impegno al quale siamo sottoposti adesso. Nessuna federazione al mondo è sottoposta a questo stress, meno male che siamo una federazione collaudata, di grandi risorse e potenzialità. Siamo un gruppo affiatato di dirigenti, ci divideremo le incombenze per far sì che questi quattro eventi vengano seguiti al meglio”.Guardando infine a un futuro più a lungo termine, le prospettive di crescita del tennis azzurro maschile inducono all’ottimismo. “Bisogna essere consapevoli di quello che abbiamo e delle nostre potenzialità – ha concluso Binaghi -. Abbiamo nove giocatori tra i migliori Under 21 del mondo, quindi potremo essere ancora più forti quello che siamo oggi. Dobbiamo stare sul pezzo, tenere i piedi per terra e iniziare a monetizzare tutte le aspettative che il mondo intero ha sul tennis italiano“.

dal sito www.federtennis.it