AtletiNewsTornei Internazionali

NARDI VINCE LA SUA PRIMA SFIDA NEL CIRCUITO MAGGIORE AD ASTANA. FUORI A SORPRESA ALCARAZ

La prima non si scorda mai. Stiamo parlando della prima vittoria in un main draw del circuito maggiore. Quella che Luca Nardi ha firmato superando l’esordio dell’”Astana Open” (fino al 2019 il nome della capitale kazaka), da quest’anno promosso ATP 500 con un montepremi di 1.900.000 dollari, che si sta disputando sul veloce indoor di Nur-Sultan, in Kazakhsan. Il 19enne pesarese, n.152 ATP, promosso dalle qualificazioni (dove nel turno decisivo ha annullato tre match-point al belga Goffin, n.66 ATP), ha sconfitto 76(4) 62, in poco più di un’ora e mezza di partita, il russo Alexander Shevchenko, n.146 ATP, anche lui qualificato. Tra il marchigiano ed il 21enne di Rostov-on-Don non c’erano sono precedenti. Inizio partita piuttosto complicato per Luca, costretto ad annullare tre palle-break prima nel game d’avvio e di nuovo nel terzo: poi ha trovato la quadra nei turni di battuta concedendo pochissimo al suo avversario. Nardi ha fatto valere il suo maggior bagaglio tecnico, con soluzioni aggressive a partire già dalla risposta e sia nel decimo che nel dodicesimo game è arrivato a due punti dal set, ma a decidere è stato il tie-break. Il russo ha preso un mini-break di vantaggio ma lo ha restituito subito (1-1), stesso discorso per l’azzurro (5-4) che però con una risposta di rovescio sulla linea è arrivato al doppio set-point (6-4) e con un recupero incrociato su un tentativo di drop-shot ha chiuso per 7 punti a 4. Tre break di fila in avvio di seconda frazione con Nardi che è stato il primo a tenere la battuta e a cercare l’allungo (3-1). Shevchenko ha accusato il colpo, il pesarese è salito in cattedra e nel settimo game, con un’altra strepitosa risposta di rovescio ha strappato di nuovo la battuta al russo, stavolta a zero, salendo 5-2. E poco dopo con una prima di servizio che ha costretto l’avversario all’errore in risposta ha siglato il 6-2. Con un sorriso grandissimo. Al secondo turno Nardi troverà dall’altra parte della rete il greco Stefanos Tsitsipas, 24enne di Atene, n.6 del ranking e terzo favorito del seeding: tra i due non ci sono precedenti. Nardi è l’unico azzurro in gara nel main draw. Dopo la rinuncia di Lorenzo Sonego e Lorenzo Musetti, che si prenderà una pausa in vista degli impegni di Firenze e Napoli, si è cancellato anche Jannik Sinner a causa dell’infortunio alla caviglia destra che lo ha costretto al ritirato contro Rune a Sofia. Grazie ai punti già conquistati fin qui Luca farà un bel salto in classifica: virtualmente è n.129, “best ranking”. 
La sorpresa più eclatante è però arrivata dalla sfida tra Goffin, ex numero 7 del mondo e ripescato come lucky loser dopo la sconfitta nell’ultimo turno di qualificazione per 7-6 al terzo proprio contro Luca Nardi, e il numero 1 del mondo Carlos Alcaraz. L’iberico, forse appagato per la grande stagione e in attesa dei grandi appuntamenti di fine anno, ha ceduto in due set (7-5 6-3) e negli lottavi affronterà il francese Adrian Mannarino. Domani in campo anche Djokovic nel suo match di primo turno contro il cileno Garin. A seguire (secondo match dalle 18), il già ricordato testa a testa tra Nardi e Tsitsipas.

dal sito www.federtennis.it e redazione