AtletiNewsTornei Internazionali

CECCHINATO AVANZA AI QUARTI NEL CHALLENGER DI GUAYAQUIL. A BERGAMO QUARTI PER VAVASSORI E ARNALDI

Quarta vittoria consecutiva per Marco Cecchinato che ha staccato il pass per i quarti di finale del “Ciudad de Guayaquil”, Challenger ATP dotato di un montepremi di 53.120 dollari che si sta disputando sui campi in terra battuta di Guayaquil, in Ecuador.  Il 30enne palermitano, n.109 ATP, partito dalle qualificazioni, dopo aver regolato all’esordio nel main draw il qualificato giamaicano (ma di origini statunitensi: è nato a Miami) Bicknelln.805 del ranking, al secondo turno ha superato l’argentino Roman Andres Burruchaga, n.281 ATP, ripescato in tabellone come lucky loser, ritiratosi sul 61 2-0 per il siciliano, dopo appena 38 minuti di partita, per un problema fisico. Venerdì “Ceck” si giocherà un posto nelle semifinali con il britannico di origini tedesche (è nato a Koblenza) Jan Choinski, n.284 del ranking, pure lui qualificato (il terzo di fila!): tra i due non ci sono precedenti. Secondo turno fatale, invece, per Franco Agamenone: il 29enne italoargentino (è nato a Rio cuarto ma vive a Lecce), n.154 ATP e sesta testa di serie, vincitore in due set all’esordio della wild card di casa March, n.769 del ranking, ha ceduto 62 46 64, dopo quasi due ore e mezza di lotta, all’olandese Jesper De Jong, 22enne di Haarlem, n.249 ATP, mai affrontato prima in carriera.
Non ferma la sua corsa Andrea Vavassori nel Challenger di Bergamo. Il torinese, che continua a crescere in rendimento, ha battuto nettamente il croato Borna Gojo (6-1 6-2) che alcuni giorni fa si era imposto per la prima volta in carriera nel circuito a Ortisei. Oggi Vavassori troverà il portoghese Nuno Borges sul proprio percorso, seconda testa di serie. Nessun precedente tra i due. Il 25enne lusitano è attualmente numero 96 ATP inj singolare, Andrea invece 184 nell’ultima classifica. In gara c’è anche un altro azzurro, Matteo Arnaldi, che ieri ha sconfitto in tre set Liam Broady e oggi troverà dalla parte opposta della rete il tedesco Struff, giocatore di caratura superiore rispetto a quella dei Challenger. Anche Arnaldi, numero 140 del ranking, prosegue la sua crescita. Vavassori è invece stato fermato in tandem con il fratello Matteo nel 2° turno del torneo di doppio.