AtletiNewsTornei Internazionali

L’ITALIA LOTTA MA CEDE ALLA SVIZZERA IN BILLIE JEAN KING CUP. OGGI DALLE 11 C’E’ IL CANADA

Che la sfida contro la Svizzera, nell’esordio azzurro alle Billie Jean King Cup by Gainbridge Finals 2022 a Glasgow, sarebbe stata difficile lo si sapeva e il campo dell’Emirates Arena lo ha confermato. Dopo i singolari lo score si è fissato sul 2-0 per le elvetiche ma le azzurre schierate dalla capitana Tathiana Garbin, come da intenti pre-match, hanno reso il contest complicato alle rivali. In particolare Elisabetta Cocciaretto, nel primo duello individuale di giornata, è salita al match point contro Jil Teichmann, sul 5-2 e servizio della rossocrociata nella terza frazione, con la stessa brava nell’annullare con un ace la ghiotta occasione. Da quel momento la svizzera è risalita di rendimento ed ha chiuso nel tie-break decisivo alla terza occasione: “E stata una partita molto combattuta – ha detto al termine la giovane marchigiana – che non ho iniziato benissimo, ero un po’ contratta. In avvio non ho fatto il mio gioco che ho ritrovato con l’avanzare del match. Ho cercato di metterla in difficoltà come mi era stato chiesto stando più vicina alla linea di fondo ed evitando di subire la sua aggressività. Sono arrivata a match point, brava lei ad annullarlo. A quel punto Jil ha alzato il livello e io ho un po’ abbassato il mio. Il rammarico rimane quello di aver iniziato male la partita e di aver avuto un po’ troppi alti e bassi. Mi servirà sicuramente per far meglio una prossima volta”. In particolare Elisabetta Cocciaretto ha sbagliato alcune soluzioni con il diritto che al termine hanno fatto la differenza sua sfavore. Nulla da fare anche nel secondo singolare che ha messo di fronte Jasmine Paolini e Belinda Bencic, n° 13 WTA. La toscana è partita in entrambi i set con un break di svantaggio. Nel primo lo ha recuperato dal 2-4 e si è portata in vantaggio 5-4; nel secondo ha fatto altrettanto dallo 0-2 salendo 3-2. Non le è però stato sufficiente e la potente Bencic ha chiuso le ostilità di campo nella prima frazione al dodicesimo gioco e nella seconda al nono, per il definitivo 7-5 6-3. La Svizzera ha completato l’opera con il doppio, equilibratissimo nel set inziale, vinto da Teichmann e Bencic su Trevisan e Paolini per 7-6 (5) 6-1: “Merito alle nostre avversarie – ha detto la capitana al termine – che hanno tenuto un alto livello. Noi abbiamo provato a lottare fino alla fine come si era chiesto. Anche un po’ di sfortuna non ha giocato a nostro favore. Bisogna guardare avanti con fiducia, considerando che Elisabetta ha saputo giocare alla pari e quasi battere la sua avversaria. Alcune pause nei momenti chiave dei due match sono state determinanti. Non dobbiamo mollare ed entrare in campo nel secondo match per fare il massimo”. Oggi le azzurre infatti replicheranno, dalle 11 con diretta su Supertennis, contro un’altra formazione ostica, il Canada.

di redazione (foto Halling)