NewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

LO SPETTACOLO DEL PADEL A TORINO FINO AL 18 DICEMBRE CON LE CUPRA CUP FINALS

Negli occhi di tutti ci sono ancora le immagini indimenticabili dell’Allianz Cloud, i 27mila spettatori in una settimana, il doppio “tutto esaurito” nel weekend delle finali del Premier P1 di Milano, i numeri uno del mondo Galan e Lebron in trionfo. Ma la stagione del grande padel firmato FIP in Italia continua: dopo gli exploit di Roma e Milano, ora è la volta di Torino: da oggi e fino a domenica 18 dicembre, al Pala Gianni Asti va in scena la terza edizione delle CUPRA FIP Finals, evento conclusivo del circuito della Federazione Internazionale Padel in collaborazione con la Federazione Italiana Tennis.

«Il padel è uno sport che sta riscuotendo un successo sempre maggiore e si sta diffondendo trasversalmente nella popolazione, promuovendo stili di vita sani e attivi – afferma l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca –. Si tratta di un’azione virtuosa, quella di incentivare un’attività fisica di base accessibile a tutti, che come Regione abbiamo sempre caldeggiato. È un orgoglio, quindi, poter ospitare una sfida internazionale di questo tipo sul nostro territorio. Come Regione Europea dello Sport abbiamo portato in Piemonte decine di eventi e siamo sicuri che la ripartenza post-pandemia non si è ancora esaurita».

«Quella di Torino non è una scelta casuale, ma obbligata – le parole dell’assessore allo sport del Comune di Torino Mimmo Carretta –. Torino, nel padel, ha numeri importanti, come è importante costruire eventi rispetto a uno sport che sta crescendo così tanto. Questa è una città che ha voglia di sport, di tennis e di padel. Ci vedremo al Pala Asti e potremo percepire il calore della città per uno sport entusiasmante».

Le CUPRA FIP Finals, dopo due edizioni disputate in Sardegna, approdano quindi a Torino: «È da un anno che avevamo il sogno di portare qui questo evento – sottolinea il presidente della Federazione Internazionale Padel, Luigi Carraro –. Si conclude un 2022 da record, con numeri a livello internazionale inimmaginabili fino a qualche anno fa, ma è solo un punto di partenza. Questo per noi è il tour più importante, perché ci permette di rendere il padel uno sport globale. Solo in queste Finals ci sono 180 tra atlete e atleti di 18 Paesi diversi, numeri che ci fanno ben sperare per il futuro. L’Italia è il Paese dove il padel cresce di più e cresce meglio. Grazie al lavoro fatto in Italia, quella del padel non è una moda, ma una realtà. E ringrazio naturalmente CUPRA per averci accompagnati in questa crescita».

La conferenza stampa di presentazione delle CUPRA FIP Finals rappresenta, per il presidente Angelo Binaghi, la prima uscita pubblica da presidente della Federazione Italiana Tennis e Padel. Oltre che l’anno della nuova denominazione, il 2023 sarà anche l’anno delle novità, e di un’ulteriore svolta per questo sport. «Per renderlo ancora più popolare, stiamo costruendo la televisione del padel – spiega Binaghi –. Oltre a Supertennis, ci sarà Superpadel, un progetto in fase avanzata e già deliberato in Consiglio Federale. E poi, consapevoli comunque del gap con gli altri Paesi, vogliamo provare a vincere nel minor tempo possibile. Per questo, nel prossimo Consiglio Federale discuteremo un programma di investimenti nel settore tecnico e nel settore giovanile che raccoglie l’impostazione e le idee che hanno reso il tennis italiano protagonista nel mondo e lo trasporremo nel padel. È inutile parlare di numeri di questo sport, perché ogni volta che si studiano sono già travolti da altri numeri che testimoniano la crescita del padel. Fotografate la classifica dei migliori italiani e rivediamola tra tre anni…».

«CUPRA sta al padel come il padel sta a CUPRA. Dal suo lancio, CUPRA ha subito sposato il mondo del padel, dando vita a un legame guidato dalla passione e l’ambizione di inseguire un sogno – sottolinea il DIrettore CUPRA ITALIA, Piero Vianello –. Entrambi hanno dimostrato di poter sfidare i luoghi comuni e rompere lo status quo, condividono valori importanti come fair play, socialità, inclusività, oltre a determinazione e attitudine anticonvenzionale».

ROAD TO TORINO. Il circuito CUPRA FIP Tour, giunto alla sua quarta edizione (le Finals, nel 2019, non erano previste), nel 2022 ha presentato numeri da record, con ben 125 tornei organizzati e 25 Paesi ospitanti. Tra questi, l’Italia con 14 è seconda per numero di eventi solo alla Spagna con 15. Le novità principali sono state l’introduzione di due nuove categorie: il FIP Platinum aperto a tutti i giocatori di qualsiasi ranking FIP con montepremi di 120mila euro e ben 200 punti per i vincitori e i FIP Promises dedicati ai giovani, con 21 tornei organizzati in un anno.

IL PADEL IN PIEMONTE. Da due anni, la regione che ospita le Finals sta vivendo un trend di crescita inarrestabile quanto a numero di campi da padel, appassionati e risultati. Secondo i dati diffusi dall’Osservatorio di mrpadelpaddle.it, in Piemonte ci sono 212 strutture per 516 campi, di cui 77 strutture e 191 campi costruiti nel solo 2022, con un incremento del 60% in 12 mesi e del 400% in un biennio. Sono 126 i comuni piemontesi in cui c’è almeno un campo da padel, 55 dei quali nella sola Città Metropolitana di Torino, prima provincia in Italia per numero di comuni in cui è possibile praticare questo sport.


LA FORMULA DELLE FINALS. La manifestazione, nata per favorire la diffusione del padel e la crescita dei migliori giovani in tutto il mondo, prevede un montepremi di 60mila euro (distribuito in parti uguali tra le coppie maschili/femminili iscritte al torneo), tra i più ricchi nel panorama internazionale. Le coppie vincitrici (maschili e femminili) conquisteranno ben 150 punti del ranking FIP (90 punti i finalisti), preziosissimi in ottica Premier Padel. Il tabellone maschile sarà composto da 28 coppie, di cui quattro provenienti dalle qualificazioni, 14 wild card e dieci in base al ranking FIP, e 19 tra le donne. Le teste di serie numero uno Gonzalo Rubio e Victor Ruiz, quest’ultimo finalista a Milano in coppia con Lucas Bergamini, ma grande attesa anche per i campioni d’Italia Simone Cremona e Marco Cassetta, con quest’ultimo – torinese – che giocherà quindi in casa, e per la coppia di italo-argentini Capitani-Perino. Tra le donne, occhio alle spagnole Cortiles e Castello e a Roberta Vinci, campionessa nel tennis che sta vivendo una seconda vita nel padel e che giocherà con Giulia Sussarello. Fari puntati anche su Pappacena-Marchetti e Stellato-Petrelli, con le giocatrici italiane reduci dal terzo posto al Mondiale di Dubai.


CALENDARIO E BIGLIETTI Dopo le qualificazioni disputate nella giornata di mercoledì, oggi si parte con il tabellone principale. Venerdì 16, dalle 10, via ai quarti di finale, mentre sabato dalle 14 sono in programma le semifinali. Le finali si giocheranno domenica 18, sempre con inizio alle 14. Per la giornata di oggi – ed è accaduto lo stesso per quella di ieri – l’ingresso al palazzetto è gratuito, mentre da venerdì a domenica sarà possibile assistere ai match acquistando i biglietti a questo link https://www.ticketone.it/artist/cupra-fip-finals/. Gli allievi delle scuole Padel-Tennis-Beach Tennis riconosciute dalla FIT di categoria non superiore agli under 18, in possesso di tessera FIT 2022, potranno richiedere l’accesso gratuito per tutta la durata dell’evento. Tutti i match del tabellone principale delle CUPRA FIP Finals saranno trasmessi sul canale YouTube ufficiale della FIP.

da ufficio stampa