AtletiNewsTornei Internazionali

RUNE, MARCIA TRIONFALE A MELBOURNE. ORA RUBLEV

Zitto zitto, quasi sornione e con lo sguardo furbetto di chi “la sa lunga” a dispetto della giovane età, Holger Rune continua il tragitto sontuoso agli Australian Open 2023. Il danese ha fermato in tre set il francese Humbert chiudendo la pratica con un tie-break dopo aver dominato i primi due (6-4 6-2 7-6). Non ha ancora perso nemmeno una sezione della varie partite disputate e a questo punto anche in considerazione delle condizioni fisiche non eccelse di molti dei pronosticati della vigilia definirlo un candidato al titolo non è fuori luogo. Negli ottavi il nordico se la vedrà con il russo Rublev, solido e confermatosi di un’altra caratura contro il britannico Daniele Evans, stoppato 6-4 6-2 6-3 senza particolari difficoltà. Non è bastato all’inglese il classico serve & volley per mettere in difficoltà il semifinalista delle ultime Nitto ATP Finals. Australiani in visibilio per il “demonietto” Alex De Minaur, negli ottavi grazie al successo per 7-6 6-2 6-1 sul francese Bonzi. Ora attende il vincente di Djokovic – Dimitrov. Tra i promossi nei migliori sedici del torneo, quando il programma deve ancora concludersi, anche gli americani Tommy Paul e J.J. Wolf, che hanno vinto i derby con i connazionali Brooksby (improvvisamente sgonfiatosi) e Mmoh, che ha chiuso il suo bel percorso iniziato da lucky loser. Per Wolf ora altro derby per accedere ai quarti contro il talento e figlio d’arte Shelton che ha interrotto i sogni di gloria dell’australiano Popyrin (wild card), in tre set.

di redazione