AtletiNewsTornei Internazionali

CECCHINATO E’ NEGLI OTTAVI A CORDOBA. SI FERMA DARDERI

Con una prestazione maiuscola Marco Cecchinato (93 Atp) si è qualificato per gli ottavi di finale dell’Atp 250 di Cordoba battendo per 62 76 l’argentino Facundo Bagnis (88).
Il siciliano è stato molto solido alla battuta e con facilità è riuscito a contenere le traiettorie mancine di un avversario mai pericoloso e decisamente più falloso del solito. Cecchinato ha allungato il passo già nel terzo game quando è riuscito a trasformare la prima palla break del match. Il semifinalista del Roland Garros 2018 ha confermato il vantaggio per il 3-1 e poi sul 4-2 ha strappato nuovamente la battuta al rivale per chiudere il set con il primo ace del match.
All’inizio del secondo set Cecchinato si è dovuto aggrappare al servizio per annullare due delicate palle break e poi nel settimo game ha strappato la battuta all’avversario per poi salire sul 5-3. Qui Bagnis ha annullato due match point all’azzurro e quando Cecchinato è andato a servire per il match è stato bravo e coraggioso a rientrare in partita sfruttando il primo passaggio a vuoto di tutto il match dell’azzurro. Sul 5 pari Bagnis, con una bella prima a uscire, ha cancellato la palla che avrebbe mandato nuovamente Cecchinato a servire per il match, ed è salito sul 6-5. Ma l’azzurro ha avuto una buona reazione e dopo aver perduto tre game di fila ha tenuto la battuta trascinandosi al tie-break. Cecchinato è salito rapido sul 5-0, Bagnis lo ha riacciuffato fino al 5-4 e poi al terzo match point l’azzurro ha chiuso con un servizio al centro che Bagnis non è riuscito a controllare.
“Alla fine – ha raccontato Cecchinato – ero un po’ teso, sono le prime partite dell’anno, ho bisogno di fiducia, ma sono molto contento per questa vittoria. L’obiettivo è giocare partita dopo partita, rimanere concentrato senza pensare troppo”.
E’ la prima volta che Cecchinato batte Bagnis: in precedenza l’argentino aveva vinto a Caltanissetta nel 2014, a Buenos Aires nel 2015 e a Santiago nel 2021.
Agli ottavi di finale Cecchinato è atteso da Federico Coria (67) che ha superato per 67 61 62 il brasiliano Thiago Monteiro (78). Tra Cecchinato e Coria i precedenti sono in perfetta parità: l’argentino ha vinto la prima sfida a Genova nel 2019 e a Bastad nel 2021. Cecchinato invece ha battuto il rivale nelle qualificazioni di Parigi-Bercy nel 2020 e in semifinale a Rio de Janeiro 2022.
Si è fermata invece la corsa di Luciano Darderi, al suo primo tabellone principale nel circuito maggiore e dopo essersi qualificato. Nulla da fare per il 20enne italo-argentino contro il tennista di casa Sebastian Baez, impostosi 6-3 6-4 in un’ora e 25 minuti di gioco.

di redazione e sito www.federtennis.it