AtletiNewsTornei Internazionali

A ROTTERDAM MEDVEDEV TORNA GRANDE. STOP PER SINNER

Jannik Sinner ha illuso per un set nella finale del 500 ATP di Rotterdam. Opposto all’ex numero 1 del mondo Daniil Medvedev l’azzurro ha vinto il primo set, giocato aggredendo il rivale e centrando il break in dirittura (7-5). Medvedev però non si è abbattuto e anzi ha alzato il livello nel secondo e nel terzo set, uscendo alla distanza anche dal punto di vista fisico e chiudendo 6-2 6-2. Alla fine complimenti per l’avversario e un saluto al pubblico che lo ha sostenuto in quello che ha definito il più bel torneo indoor al mondo: “Avrai tanti anni per vincere questo torneo e molti di più, anche a livello Slam – ha detto il vincitore al termine – e grazie al mio team e alla mia famiglia”. Sorriso quando ha parlato della figlia che inizia a riconoscerlo, e 16° titolo di carriera. Applausi anche per lui al pubblico che lo ha sempre trattato bene, pur quando ha giocato contro tennisti di casa. Medvedev ha così portato sul 5-0 il bilancio dei confronti con l’azzurro.
Così Sinner al termine: “Ho giocato molte partite nelle ultime due settimane, sono contento comunque del mio percorso. Nel primo set mi sentivo alla grande, non ho iniziato al meglio il secondo – ha aggiunto commentando l’andamento della partita -. E’ cambiata l’inerzia. Nel terzo non ho servito bene quando ho subito il primo break. Complimenti a Daniil, spero di poter giocare ancora partite così in futuro”. L’altoatesino è consapevole dei suoi miglioramenti. “Ne ho fatti in tutto – ha detto -, anche dal punto di vista fisico nonostante la stanchezza della finale. Penso di aver fatto progressi con il servizio e con il diritto. Forse avrei potuto andare un po’ più spesso a rete. Ma credo che tatticamente ho fatto le scelte giuste”.

di redazione