AtletiNewsTornei Internazionali

MUSETTI KO A RIO DE JANEIRO, CONTRO JARRY. QUESTA SERA C’E’ FOGNINI

Battuta d’arresto inattesa per Lorenzo Musetti nel 500 ATP di Rio de Janeiro, alla sua prima partecipazione nel torneo brasiliano. Il carrarino si è arreso in due set al cileno Nicolas Jarry, oggi numero 139 del mondo ma con un passato (prima della sospensione per doping) da numero 38 ATP, nel 2019. Musetti non è mai riuscito a fare la differenza e dopo un primo parziale nel quale ha cercato di rimanere incollato al rivale, pur non riuscendo mai ad impensierirlo nella fase di risposta. Il break del cileno è arrivato al settimo gioco e lo ha condotto al successo parziale nel decimo (6-4). La seconda frazione è stata un monologo del potente sudamericano che dallo 0-1 ha infilato una serie di sei giochi consecutivi che hanno sigillato il confronto sul 6-4 6-1. Sono stati 26 i vincenti complessivi di Jarry contro i sette dell’azzurro che non ha così festeggiato il best ranking eguagliato ieri (18). Dopo lo stop nei quarti a Buenos Aires, altro stop sul quale meditare anche se non è il caso di far drammi. Jarry, sul terreno preferito, ha giocato una delle migliori partite della sua “seconda” carriera. Musetti la prossima settimana cercherà di rifarsi nel 250 ATP di Santiago del Cile, per poi tuffarsi nel doppio appuntamento Masters 1000 americano. Ieri a Rio il beniamino di casa Thiago Monteiro ha fermato al tie-break del set decisivo Dominic Thiem, lo slovacco Molcan ha avuto la meglio sul brasiliano Fonseca e lo spagnolo Pedro Martinez ha stoppato il cileno Cristian Garin in due set. Bene anche Djere contro Bagnis. Oggi toccherà a Fabio Fognini giocare la prima nella tarda serata italiana contro Barrios Vera, numero 196 del mondo mai affrontato prima.

di redazione