AtletiNewsTornei Internazionali

LA FINALE A DUBAI SARA’ UN DERBY RUSSO

Sarà una finale tutta russa quella che assegnerà domani il tiolo nel 500 ATP di Dubai. A giocarla infatti, il campione uscente Andrey Rublev, che ha eliminato il tedesco Alexander Zverev, e Daniil Medvedev, che ha sconfitto il serbo e numero 1 del mondo Novak Djokovic, interrompendone la striscia positiva di 15 match vinti su altrettanti giocati nel 2023. Medvedev ha confermato il proprio momento d’oro mettendo in campo una super prestazione, a fronte di una buona ma non perfetta del campione dei campioni. Due break, uno per set, hanno fatto la differenza in favore di Medvedev (6-4 6-4) , che domani giocherà per trionfare nel circuito maggiore per la terza settimana consecutiva, dopo le vittorie a Rotterdam e Doha. Momenti tecnici elevati, hanno regalato i due, con Medvedev capace di mettere in difficoltà sul ritmo il 5 volte campione Djokovic. Il serbo ha cercato di ribellarsi ma al massimo è salito ai vantaggi sul servizio del russo, che ha disegnato il campo come nei momenti migliori di carriera: “Quando giochi contro Nole – ha detto al termine – sai che sarà una battaglia e lo sforzo fisico diventa la nota dominante. Lui ha cercato di dare il meglio ma non sempre ci è riuscito. Io sono in fiducia e sto esprimendo un gran gioco. Domani non sarà comunque facile perchè Andrey è salito di tono nel torneo partita dopo partita”. Un Rublev che per la prima volta in carriera ha vinto prima un set e poi il match contro l’amico di sempre, Alexander Zverev e anche per questo sarà carico per offrire il meglio del suo gioco tambureggiante ma spesso troppo monocorde. Nelle sue atipicità sta invece anche la forza del tennis di Medvedev.

di redazione