AtletiNewsPiemonteRegioni

PRESENTATO IL TERZO ANNO DEL PROGETTO TORINO TENNIS TALENTS

Presentata questa mattina al Circolo della Stampa Sporting di Torino la terza edizione del progetto “Torino Tennis Talents”, realizzato dall’associazione no profit I Tennis Foundation. Cinque giovani tennisti torinesi e l’under 14 ucraina, da un anno a Torino in fuga dalla guerra, Maria Lazarenko usufruiranno di altrettante borse di studio del valore di 5000 euro caduna per competere in rassegne di valenza nazionale e internazionale (nelle diverse categorie) e provare la scalata al professionismo. L’idea, nata dalla passione dell’avvocato Simone Bongiovanni e dei componenti del direttivo dell’associazione, si avvale del supporto di sponsor di assoluto livello, e della supervisione tecnica di Gipo Arbino, coach di Lorenzo Sonego. I sei borsisti, oltre alla già citata Lazarenko, sono Edoardo Zanada, Chiara Fornasieri, Ludovico Madiai, la giovanissima (under 12) Beatrice Barra e il 17enne Luca Serra, “strappato” al nuoto per il potenziale tennistico. L’idea è supportare la crescita dei talenti che non hanno la possibilità economica per affrontare i costi che un’attività di livello richiede.
Interessante le testimonianze dei ragazzi che già facevano parte del progetto, vedi Chiara Fornasieri ed Edoardo Zanada e delle new entry: “Lo scorso anno è stato molto impegnativo per me perchè ho sostenuto l’esame di Maturità Liceale e quindi mi sono divisa tra questo impegno cui tenevo molto ed il tennis. Ho provato bellissime esperienze e dallo scorso settembre il focus è stato sul mondo delle racchette. Ho preso classifica WTA ma so che sono solo all’inizio di un percorso…ma da qualche parte bisogna pur iniziare. Cercherò di dare il massimo e scoprire quale è il mio potenziale”. “Da esperto del gruppo – ha detto Zanada – ringrazio Simone Bongiovanni e tutto il direttivo per quanto stanno facendo per noi. Ovviamente gli sponsor senza i quali nulla di tutto ciò sarebbe possibile. Nel 2021 ho fatto un salto di qualità, lo scorso anno ho avuto diversi problemi fisici, specialmente alla spalla, che mi hanno rallentato. Ora sto facendo terapia e il problema pare rientrare, spero di poter fare una buona stagione e cogliere altri risultati importanti. Molti di loro sono “sparring” d’eccezione quando Lorenzo ,Sonego si allena sui campi del Circolo della Stampa Sporting, rappresentato oggi dal presidente Pietro Garibaldi che ha fatto gli onori di casa: “Sonego è un esempio per tutti noi – ha detto Ludovico Madiai – e da lui prendo sempre spunti sia tecnici che fisici. Allenarsi inoltre seguiti da Arbino è qualcosa di veramente speciale, che aumenta le motivazioni”.

di redazione (in foto Edoardo Zanada)