NewsTornei Internazionali

LE ATP FINALS E I NUMERI DEL SUCCESSO

Sinergie, gioco di squadra, numeri che colpiscono e tracciano un quadro d’insieme assolutamente vincente. Sono quelli emersi nella conferenza stampa svolta a Palazzo Madama che hanno fotografato il grande successo della seconda edizione delle Nitto ATP Finals. Durante l’incontro, davanti ad una folta ed attenta platea, Angelo Binaghi (Presidente della Federazione Italiana Tennis e Padel), Andrea Gaudenzi (Presidente ATP), Stefano Lo Russo (Sindaco di Torino), Fabrizio Ricca (Assessore allo Sport e Politiche giovanili della Regione Piemonte) e Virginia Borla (Responsabile People, Business Development & Control Management di Intesa Sanpaolo) hanno presentato tutti i dati ottenuti dall’approfondita analisi condotta in collaborazione con Nielsen, Ernst&Young e YouGov Sport.
Il dato che impressiona maggiormente è quello dell’impatto economico avuto dall’evento sul territorio, di complessivi 221,9 milioni di euro. Così quelli legati all’audience planetario, ai biglietti venduti e alla prevendita dell’edizione 2023 e molti altri, in ogni settore. Altissimi anche gli indici di gradimento: “I numeri emersi – sottolinea Gianni Ocleppo, presidente del Comitato d’Onore delle Nitto ATP Finals – sono l’immagine perfetta di un successo grandioso che è andato al di là delle più rosee aspettative e già al secondo anno di organizzazione, considerando che il primo era stato ancora fortemente condizionato dalla pandemia. Le premesse per le prossime stagioni sono dunque ottime. Parlerei di crescita vertiginosa che è frutto del lavoro di tutti, con la Federazione Italiana Tennis e Padel e l’ATP in prima linea. Come più volte detto dai vertici dell’organizzazione Torino ha saputo fare sistema dimostrandosi all’altezza della situazione e raccogliendo in grande stile la pesante eredità raccolta da Londra”. Anche i giocatori, principali testimonial e protagonisti del grande appuntamento di fine stagione, hanno espresso la massima soddisfazione: “Lo ha precisato il presidente dell’ATP Andrea Gaudenzi e il loro è un giudizio molto importante, al pari di quello dei rispettivi entourage e accompagnatori. Ci sono i presupposti perché Torino possa ricandidarsi per un altro ciclo delle Nitto ATP Finals, anche se è ancora prematuro parlarne. Molto significativa anche la risposta del pubblico in termini di biglietteria e di varietà di provenienza”. Dati che potrebbero ulteriormente salire qualora ci fosse a Torino almeno un giocatore italiano: “Senza dubbio – ha concluso l’ex numero 30 del mondo – la presenza di un nostro giocatore sarebbe ulteriormente trainante sotto diversi punti di vista. Sinner ha iniziato bene l’anno, che è ancora molto lunga, ed attualmente è al nono posto nella Race to Turin. Potrebbe essere lui il maggior candidato ma non escludo Berrettini che sono sicuro, infortuni permettendo, sarà tra i protagonisti della stagione sull’erba”. Istituzioni sempre più in prima linea per dare ancora più sostanza e contenuti all’appuntamento: “In questi anni tutti gli appassionati hanno associato il grande tennis alla città di Torino. Le Nitto ATP Finals – ha detto il sindaco Lo Russo – ci hanno regalato match che hanno emozionato gli appassionati e, nel contempo, hanno alimentato in tantissimi giovani la voglia di avvicinarsi alla pratica di questo sport. Abbiamo voluto fin da subito inserire tra le caratteristiche di un torneo tanto importante la diffusione con eventi di varia natura in città e la promozione della pratica sportiva di base”.
“La Regione Piemonte – ha detto l’assessore Ricca – crede nello sport come motore di sviluppo del territorio
. Lo dimostrano i dati presentati oggi che ci autorizzano a pensare che Torino ha tutte le carte in regola per regalarsi e regalare altri anni di presenza nel panorama internazionale, diciamo nel complesso almeno dieci”.

di Roberto Bertellino, pubblicato questa mattina su Tuttosport (foto Sposito)